Fonte: Pinterest

I cinque passi per un perfetto spazio da lettura ovunque vi trovate!

I tempi allentati degli ultimi mesi ci hanno fatto riscoprire il piacere della lettura, ma non si può stare chiusi in casa per sempre (e meno male!). Come fare a non perdere l’abitudine di leggere un libro? Sembra impossibile, ora che le nostre giornate minacciano di diventare frenetiche. Viaggi sui mezzi pubblici, ufficio, gite fuoriporta con la bella stagione, visite ad amici e parenti per recuperare il tempo perduto.

Ecco una carrellata di suggerimenti su come ritagliare uno spazietto per la lettura ovunque vi troviate.

 

lettura
Fonte: worldofwanderlust.com

La location!

Come in 4 ristoranti di Alessandro Borghese, anche la location ha un suo perché. Siete bloccati in attesa di un documento importante, e avete libro in tasca. Oppure siete in giro per la città, con un’ora libera, e occhieggiate un bar.

Cercatevi un angolino riparato e illuminato. Avere costante movimento sullo sfondo del vostro libro potrebbe distrarvi, quindi date le spalle alla confusione: combattete quell’istinto ancestrale che vi porta a non voltare la schiena alla porta; non entrerà alcuna tigre dai denti a sciabola!

Se potete, cercate un contatto con la natura. Il posto vicino all’acquario dei pesci rossi, o il divanetto di fianco a una pianta ornamentale, una finestra aperta che dà su un albero rigoglioso.

Curate la postura!

Non perché ve lo dice il galateo! Questo è un momento tutto per voi, non vi importa di come apparite agli occhi degli altri. Ma sarebbe fastidioso interrompere la lettura perché vi brucia la schiena, giusto?

Per la stessa ragione, assicuratevi di essere in una posizione comoda, senza spigoli che vi premono addosso, senza arti compressi che minacciano di addormentarsi. Le gambe accavallate sono un vizio comune (e di cui la sottoscritta è colpevole) e una garanzia di piedi formicolanti.

 

lettura
Fonte: Pinterest

La musica!

Nulla è meglio di bloccare il rumore esterno per immergersi nella lettura: portate sempre con voi le cuffiette. Ci sono alcuni podcast di musica classica o zen, Spotify offre una gamma infinita di playlist di vario genere, persino suoni ambientali (come l’interno di una biblioteca).

Youtube si spinge oltre e offre gratuitamente lunghissime sessioni di musica e suoni per fare da sfondo a tutte le occasioni. Questi video spesso si riconoscono per la sigla ASMR (autonomous sensory meridian response) nel titolo. Chi di voi conosce l’inglese troverà cose come “Tea party ambience, suono del tè versato, musica rilassante, zollette di zucchero che cadono nella tazza”. Devo però avvertirvi: non potrete più farne a meno!

Non volete consumare dati? Niente paura, esistono app offline, come Relax Melodies e Suoni da Sonno (non fatevi ingannare dai nomi, favoriscono anche la concentrazione!). La gamma di opzioni è più limitata, ma c’è sempre la possibilità di mixare i vari suoni a piacere!

lettura
Fonte: Pinterest

Bloccate le distrazioni!

Il mondo non può fare a meno di voi per un minuto? Se non siete Clark Kent o nel mezzo di una catastrofe, mettete lo smartphone in modalità ND, Non Disturbare. Questo non impedirà le chiamate né la connessione a internet (potrebbe servirvi, se state ascoltando musica), ma non farà vibrare o squillare il cellulare.

Se proprio non riuscite a staccare le mani dallo smartphone, esistono app come Forest che vi aiutano a passare un’ora senza aprire Facebook. Voi non volete che questo povero albero muoia, vero?

Se volete proprio essere in una botte di ferro, non leggete dallo smartphone e preferite un apparecchio dedicato solo alla lettura, come un Ereader. O perché no, un buon vecchio libro di carta!

lettura
Fonte: us.healthish.com

Avete davvero tutto?

La vostra alcova da lettura è quasi pronta! Magari ci avete messo un po’ di tempo, ma con la pratica diventerà una seconda natura trovare subito il posto giusto per sedervi e scegliere la musica adatta. Manca solo una cosa: siate previdenti! Siete andati in bagno? Avete acqua a disposizione? Una bevanda calda o fresca? Uno snack?

Non vogliamo uscire dal magico mondo del nostro libro perché ci è venuto un languorino. Non c’è niente di meglio di accompagnare la lettura con uno snack, purché sia a portata di mano! Se invece avete appena mangiato, assicuratevi di poter bere. Rimanere idratati è importante, e non solo durante la lettura.

Questo è tutto, miei bravi lettori. Va da sé che non tutti questi consigli si adattano a ogni occasione (hai voglia a cambiare posto quando sei bloccato sul minuscolo sedile di un aereo!), ma vale la pena tenere a mente questi pochi passi per costruire la propria alcova da lettura portatile.

E voi? Avete qualche altro suggerimento per migliorare la piccola bolla di pace offerta dai nostri libri?



Giulia Taccori