Hacker attaccano l’app di Mc Donald e si abbuffano gratis di Hamburger

My McD’s è l’app ufficiale canadese della catena di fast food più famosa al Mondo. Consente di effettuare i propri ordini online ed ovviamente pagare il cibo con la propria carta di credito, in maniera del tutto smart, proprio come un’app dovrebbe assolutamente fare.

Purtroppo però l’app è stata hackerata e non per usufruire dei preziosi dati degli utenti, ma per pagarsi la cena! Già, coloro che hanno hackerato il sistema informatico hanno sfruttato le modalità di pagamento per fare scorta di Chicken Mc Nuggets e Big Mac.

La scoperta è stata fatta (o comunque diffusa) da Patrick O’Rourke, un giornalista canadese vittima della “truffa degli hamburger”. L’hacker di Patrick, che probabilmente “non ci vedeva più dalla fame”, ha deciso di acquistare più di 100 Big Mac, McFlurries, Chicken McNuggets e Pountine (un piatto tipico canadese), per il valore di circa 1.400 Euro.

“Siamo consapevoli che si sono verificati alcuni incidenti isolati che hanno coinvolto acquisti non autorizzati, siamo fiduciosi nella sicurezza dell’app. Prendiamo le misure appropriate per mantenere sicure le informazioni personali. McDonald’s non memorizza i dati della carta di credito poiché l’app di My McD’s detiene solo un “token” con il fornitore di pagamenti per consentire gli acquisti”.

A questo punto pare proprio che l’azienda del “junk food” più famoso al Mondo, passi la palla agli utenti, dando la colpa di tutto alla debolezza delle password scelte dagli utenti. “Trovo abbastanza scioccante che una massiccia azienda come McDonald’s non si assuma la responsabilità di qualcosa del genere”, ha detto O’Rourke alla Cbc: “Hanno denaro più che sufficiente per rimborsare le vittime”.

La cosa alquanto assurda, pur non essendo a conoscenza dei numeri di Mc Donald’s in Canada, è che non abbiano pensato che ordinazioni di quel calibro potessero essere decisamente strane. Insomma, se telefono alla pizzeria “Da zio Tonino” per ordinare 50 pizze margherite 10 capricciose e 20 quattro stagioni lui una domanda probabilmente se la pone. Cosa pensavano da MC Donald’s? Nulla? Semplicemente che avessero più fame del solito? Un po’ strano…..

Unico aneddoto divertente della vicenda è il soprannome scelto per il famigerato all’hacker: Hamburglar, il noto ladro di hamburger legato alle pubblicità degli anni ’80 e ’90 proprio di McDonald’s.



Sharon Santarelli