Gallagher saga: One of Us una possibile svolta?

In un Ferragosto stranamente soleggiato un po’ ovunque, all’improvviso è arrivata la bomba firmata Liam Gallagher: è fuori il singolo One of us.

La canzone è la quarta traccia estratta dal nuovo album “Why Me? Why Not” in uscita il 20 settembre prossimo.

L’uscita del singolo ha riacceso i riflettori sul rapporto burrascoso dei fratelli Gallagher, un tempo uniti sotto il nome degli Oasis.

 

 

One of us ,infatti, é un brano intenso, carico di emozioni, in cui Liam si rivolge a qualcuno in modo diretto, rimpiangendo i tempi andati, proponendo un mix di emozioni eterogeneo, fatto di alti e bassi, tra passato e presente.

Il singolo sembra seguire il filone malinconico inaugurato nel 2019 con Once, altro singolo estratto dal nuovo album. Once è una ballata rock, definita dallo stesso Liam una delle sue migliori canzoni, per il carico emotivo generato dal mix tra testo e musica.

La canzone, che ricorda abbastanza le sonorità di John Lennon, è invasa dalla malinconia del tempo che scorre, un tema che si intreccia perfettamente con il suono dolce e stridente degli archi.

Ma Liam a chi si rivolge davvero in One of us?
La versione ufficiale, come riportato dal cantautore stesso, parla di un rapporto familiare o d’amore terminato per incomprensioni.

Tuttavia, in molti, in queste ore, stanno ipotizzando che la canzone sia rivolta, in modo non troppo implicito, appunto al fratello maggiore Noel.

Le interpretazioni “maliziose” cominciano sin dalla prima strofa, in cui il cantautore allude ad una rottura avvenuta una decina di anni fa, rivolgendosi all’interlocutore chiamandolo “kid” , aggiungendo “you said we’d live forever”, facendo tornare alla mente ai fan il celebre singolo live Forever degli Oasis. Coincidenze?

La storia tra Noel e Liam ha avuto alcuni sviluppi importanti nel mese di Agosto, quando Noel, in un’intervista rilasciata al The Guardian, ha affermato di non voler avere per nulla a che fare con Liam, in maniera non molto delicata, dicendo di aver amato la propria madre fino alla nascita di Liam.

Non sono mancate anche le critiche sulle performance del fratello minore, mettendo in discussione anche le canzoni degli Oasis interpretate da Liam, rispedendo di fatto al mittente le richieste di chiarimento per arrivare alla pace.

Con questa dichiarazione, quindi, sembra essere venuto meno il riavvicinamento avuto a ridosso del Natale 2017, quando Liam inviò segnali d’affetto nei confronti del fratello maggiore.

Stando alle ultime dichiarazioni di Noel, ciò che non riesce a mandare giù di Liam oggi è il rapporto che ha con moglie e figlia dello stesso Noel, che sarebbero state importunate ed offese ripetutamente sui rispettivi social da Liam.

Le carriere soliste intraprese dai due sono ormai ben avviate, con discreto successo da parte di entrambi.
Se Liam è indaffarato con l’uscita del nuovo album, lo stesso si può dire di Noel, che ha messo su la band Noel Gallagher’s High Flying Birds, autore del singolo Black Star Dancing, uscito lo scorso maggio.

Tuttavia i fan non riescono a smettere di farsi due domanda, nonostante le perle sfornate dai due anche negli ultimi anni da separati: Cosa è accaduto davvero la sera di quel dannato 28 Agosto del 2009? È davvero così insanabile come sembra la ferita tra i due fratelli inglesi?

Come in tutte le storie travagliate, solamente il tempo ci saprà dare la risposta. Ci si augura che proprio il tempo riesca a sanare le ferite, magari aiutato da bis vittorioso del Manchester City, squadra di cui entrambi i fan sono tifosi, per a far risalire sullo stesso palco, almeno per una volta ancora, i fratelli Gallagher!



Paride Rossi