#socialexperience

Friendzone, come uscire dal tunnel "io lo amo, ma lui no!"

In questi giorni mi è arrivata una lettera, (in realtà è una e-mail, ma lettera fa più romantico e vintage), nella quale è profondamente espresso un amore provato e non corrisposto, un classico esempio di Friendzone. Ah, i sentimenti... che scompiglio che sono! Alcune volte sembra di trovarsi sulle montagne russe dopo aver bevuto un Negroni sbagliato, ma sbagliato, perché un bel macho tatuato si traveste da barista, ma in realtà è solo un "paccotto". Altre volte, ma più raramente, sono simili a una lieve e fresca brezza di pino silvestre. In entrambi i casi, i sentimenti sono una gran fregatura! Tornando alla lettera che ho ricevuto da Benedetta: "...Delle volte ho l'impressione che lui mi guardi con occhio di desiderio, che possa effettivamente nascere qualcosa tra noi, anche se solo di fisico. Mi contatta quasi tutti i giorni, ci scambiamo battute, link stupidi e ridiamo di continuo. Però, quando tento di superare quella linea di confine, lui si fredda, si allontana e mi evita. Poi gli passa e torna da me, di nuovo, e io ogni volta ci ricado come una babbiona, non so se rendo il senso. [...] Tengo a precisare, che io sono single e lui anche. Sono anche una bella ragazza o così mi dicono sempre, in più sono un'appassionata di serie tv, giochi da tavolo e non ti nego che amo anche la discoteca. In pratica mi piacciono le sue stesse cose. Che c***o lo frena? Ho anche pensato fosse gay, ma è stato in passato con delle ragazze..."
#socialexperience
#socialexperience
  Quello appena letto non è tratto da un giornalino anni '90 per sole "girlz", ma è un pezzo della lettera di Benedetta. In pratica, noto con curiosità che le pene patite dalle mie amiche nel lontano 1998, sono le stesse dei Millennials. Ad ogni modo, ci troviamo davanti ad un impelagante, quanto angosciante status chiamato volgarmente Friendzone. Cos'è la Friendzone? Gli imputati di questo frequentissimo vortice sono due. Una povera vittima che troppo ama e soffre per il fatto che non è ricambiata e lo spavaldo amato che quasi sguazza e gode dell'intera situazione e delle attenzioni ricevute. In questo caso la vittima è la dolce e tenera Benedetta. La ragazza si prodiga, da attenzioni, si immola per la causa eppure tutti i suoi sforzi sono vani. Niente! Il carnefice che voglio chiamare Stronzius non cede, oppone resistenza e si chiude a riccio. Non lo vuole dare, nulla da fare, la pescheria ha chiuso da un pezzo. Nonostante ciò, siete ottimi compari e se decidi di svaligiare Sephora lui sarà fuori a farti da palo. In situazioni come queste si tende a preferire la vittima. Un'anima pura che nulla di male fa se non amare. Il suo amore da solo sembra non essere sufficiente. Fiumi di parole, consigli e consolazioni si spendono per l'incompresa e sofferente vittima, ma nessuno pensa mai allo Stronzius che dice NO!
#socialexperience
#socialexperience
Perdere la testa per qualcuno non è così semplice Benedetta. E' un affare complicato. Avere gli stessi interessi, farsi compagnia a vicenda e condividere bei momenti non è sufficiente. Forse lo può essere a 80 anni, quando due dolci pensionati decidono di diventare coinquilini per smezzare le spese. Per amare qualcuno serve trasporto emotivo e una grande scarica ormonale. La soluzione deve essere bilanciata, perché se ci fossero solo gli ormoni birichini, probabilmente già sareste finiti a letto, ma viva il Re, non è stato così, forse Stronzius ti vuole realmente bene. Dobbiamo inculcarci che l'amicizia tra uomo e donna esiste, al di là del sesso e al di là di una relazione. Vogliamo chiamarla Friendzone? E allora Benedetta, complimenti, anche per te il primo drink è omaggio! Il dolore può essere insopportabile. Ci sono, però, chiodi fissi che vanno sradicati, non importa quante notti insonni dedicherai a schiodarli, non importa, neppure, quanto dolore gli dedicherai. Le dita potranno sanguinare, ma sii cosciente, vanno estirpati. Alla fine rimarrai sorpresa, perché seppur schiodati, rimarranno dei fori, che saranno ancora più difficili da colmare. E' dura. Te lo dico schiettamente, ma gambe in spalla e fuggi! Questa è una ricetta che può adattarsi a tutte le tipologie di rapporto. Prendine atto e se Stronzius non è gay e decidete di sposarvi, la prima partecipazione conservala per me. L'aspetto! #socialexperince ti risponde, inviaci una email con dubbi, consigli o voglia di condividere qualcosa a redazione@socialup.it
#socialexperience
#socialexperience