Foto e video tutorial: davvero è così facile essere belle?

Internet, ed in particolare Facebook, è letteralmente invaso da foto e video tutorial su capelli e make up, che fanno sembrare facilissimo essere bellissime e ricopiare i look delle star o delle guru di make up ed hair styling. Ma è davvero questa la realtà?

Alzi la mano chi non è incappata nella “truffa” dei pic-tutorial: un occhio “insignificante”, piccolo, marrone e con poche ciglia in meno di 10 passaggi diventa un occhio dallo sguardo intrigante, da femme fatale. E allora eccoci lì a tentare di decifrare la tecnica usata ed a cercare di far somigliare il più possibile il nostro occhio a quello della foto. Inutilmente. Strucchiamo e ripetiamo i passaggi, ma nulla. I nostri occhi continuano a non avere la stessa intensità, non sono così belli. Ma non è detto che siamo noi a sbagliare qualcosa. Non vi è mai passato di mente che “il problema non sei tu”, ma sono loro? I motivi sono principalmente tre.

Innanzitutto, spesso questi tutorial non partono completamente da zero come noi, ma sotto c’è una buona base. Il correttore è già steso, il primer c’è (ma non si vede, purtroppo!), le sopracciglia sono già disegnate, sulla palpebra ci sono già uno o più ombretti oppure nella piega della palpebra è già stata fatta la sfumatura. Sembra cosa da poco, ma in realtà senza questi passaggi il trucco può risultare privo di tridimensionalità e non avere quindi lo stesso effetto di “sguardo intenso di ammaliatrice di uomini che se ti prendo non sai che ti faccio“.In secondo luogo, un altro motivo per cui non otteniamo lo stesso risultato è che non conosciamo i pennelli ed i prodotti usati, ed ancor meno la tecnica per applicarli. L’eye liner, ad esempio, è liquido o in gel? L’ombretto è in polvere o in crema? Il mascara ha un effetto volume o curvatura? I pennelli sono naturali o sintetici? Si usa sempre lo stesso pennello o si cambia ogni volta? Domande a cui sanno rispondere correttamente solo make up artist o vere esperte di trucco, ma make up artist o vere esperte di trucco non hanno certo bisogno dei pic-tutorial, no?

Infine, la ragione per cui il nostro make up sarà sempre una copia imperfetta di quello nella foto è che molti passaggi vengono saltati, compreso spesso il passaggio più importante: una bella ricalcata di eye liner e due belle ciglia posticce. Grazie al… tutorial!

Per quanto riguarda i foto tutorial per i capelli, anche in questo caso ci sono dei motivi per cui la nostra acconciatura ci farà apparire la gemella sfigata della “modella”: anzitutto, a realizzare le acconciature non è quasi mai la diretta interessata, i passaggi sono molto ridotti e semplificati (si parte da dividere le ciocche alla treccia di Elsa di Frozen), e soprattutto ciò che rende fighissimi quei capelli è uno shatush improponibile nella vita di tutti i giorni (oltre che ormai fuori moda).

Ma le cose non migliorano certo con i video. In un minuto e mezzo viene “spiegato” come realizzare un trucco o un’acconciatura di due ore, spesso in modalità ultra accelerata e senza dire una parola, ma al contrario con musichette odiose e sparate a tutto volume che ti distraggono ulteriormente. Il risultato?

 



Emilia Granito