Finalmente Champions: Liverpool-Milan alle porte, dove eravamo rimasti?

Finalmente torna la Champions League! Frase pronunciata da ogni appassionato in questi giorni, sicuramente più dai tifosi delle squadre coinvolte, ma ancor di più dai sostenitori del Milan. Liverpool-Milan alle porte, il countdown è già iniziato da un pezzo, l’ansia immaginiamo sia a mille. Una partita che porta con sé tanti ricordi (dolci e amari) ma soprattutto la consapevolezza, la gioia di essere tornati nell’Olimpo del calcio.

Athens 23/5/2007 Champions League Final- Foto Inside

Dopo sette anni di digiuno, il Milan torna in Champions League. Dove eravamo rimasti?

Goleada Atletico

L’ultimo atto dei rossoneri in Champions risale all’11 marzo 2014, ritorno dell’ottavo di finale contro l’Atletico Madrid di Simeone. Il Milan era chiamato ad un’impresa di livello: vincere bene, magari senza subire reti. L’andata era stata infatti vinta dai madrileni per 1-0 con gol di Diego Costa nel finale.

Madrid 11/03/2014 -Atletico Madrid – A.C. Milan, nella foto l’ esultanza di Kaka dopo il suo gol del momentaneo- Italy Photo Press

Al tempo, lo stadio dei colchoneros era lo storico Vicente Calderon, arena tra le più “calde” d’Europa. Il Milan, allenato dalla vecchia gloria Seedorf (subentrato ad Allegri), subisce un 4-1 che non lascia scampo. Una partita che è rimasta negli annali della storia rossonera e che, dopo sette anni, non verrà più ricordata come l’ultima esperienza del Milan in Champions League. La rete dei rossoneri la realizzò Kakà 2.0, di testa, dopo una stagione complicatissima. Dopo quella partita, futuro opposto per le due squadre. L’Atletico giocherà la finale di Champions di quell’anno, perdendo a Lisbona contro il Real ma aprendo un ciclo di successi alterni che dura ancora oggi. Per il Milan invece, la trasferta di Madrid fu letteralmente l’inizio della fine.

Sette stagioni dopo, il Milan torna a tutto gas nella competizione in cui ha fatto scuola per anni.

Il girone ai raggi X

Arrivando da una quarta fascia, chiaramente il girone dei rossoneri è quello più complicato per le italiane. Liverpool, Porto e ancora una volta Atletico Madrid. La sensazione è che Pioli e squadra si giocheranno le loro carte, ma passare il turno sarà ai limiti del possibile.

Sì, vero che Liverpool e Atletico Madrid hanno qualche difficoltà, ma facciamo attenzione anche al Porto, killer della Juventus solo qualche mese fa. Il Milan trova tre grandissime squadre, con una tradizione enorme e tutte ormai molto più esperte dei rossoneri. In questo senso, senatori del calibro di Ibrahimovic e Olivier Giroud dovranno fare da chioccia ad un gruppo nuovo in questa competizione. Lo stato di forma visto con la Lazio inoltre, consegna senz’altro fiducia e buone sensazioni in vista del debutto europeo.

Le difficoltà sono dietro l’angolo ma, partendo bene tra qualche ora contro il Liverpool, potrebbero aprirsi le porte verso il buon esito di un girone sulla carta difficilissimo. Vada come vada, Liverpool-Milan è un grande classico del calcio europeo, con corsi e ricorsi storici e due squadre che giocano un bel calcio, moderno e votato all’attacco. Il finale non lo conosciamo, ma Anfield è senz’altro il miglior bentornato possibile al nuovo/vecchio Milan, quello che sta per ascoltare nuovamente la musichetta più famosa nel mondo del pallone. Quella no, non è mai cambiata!



Marco Cavallaro