Farmaci antimalarici e anti AIDS, autorizzati in Italia per curare il Covid-19

Per curare i pazienti affetti da coronavirus-covid 19, sono stati autorizzati in Italia i farmaci antimalarici a base di clorochina e idrossiclorochina, i farmaci inoltre sono a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale, nel ciclo terapeutico, rientrano  anche le combinazioni dei farmaci anti-Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir, anche queste a totale carico del Ssn.  È quanto si legge in Gazzetta Ufficiale.
Sono stati autorizzati in Italia, a carico del Servizio sanitario nazionale, i farmaci antimalarici clorochina e idrossiclorochina e gli antivirali usati contro l’Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir “per il trattamento anche in regime domiciliare dei pazienti affetti da infezione da SARS-CoV2”. È quanto si legge in Gazzetta Ufficiale.
I medicinali a base di clorochina, idrossiclorochina, lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir – si legge nel documento – sono a totale carico del Servizio sanitario nazionale per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da SARS-CoV2 (COVID-19), nel rispetto delle condizioni per esso indicate”. Questi farmaci dovranno essere dispensati dalle farmacie ospedaliere, ed “è fatto obbligo alla struttura prescrittrice di trasmettere tempestivamente all’area pre-autorizzazione dell’AIFA i dati relativi ai pazienti trattati”.
L’utilizzo dei seguenti farmaci è risultato positivo per i pazienti trattati in corsia, e che presentavano delle serie complicazioni respiratorie. L’utilizzo in assenza di sintomi, si ricorda è fortemente dannoso nei soggetti, portando anche ad effetti collaterali molto forti, si sconsiglia per cui l’acquisto senza ragione e senza controllo del medico di tali farmaci, che devono essere somministrati soltanto con il consenso e controllo del medico, e con prescrizione autorizzata.



Alessandra Filippello