“Fake plane ride challenge”: in volo con la fantasia

In WEB by Giulia StoraniLeave a Comment

Viaggiare con la fantasia, questa volta è proprio il caso di dirlo! L’ultimo fenomeno del web si chiama “Fake plane ride challenge” e ha avuto origine tra gli utenti di Tik Tok, social network cinese nato nel 2016, ormai di successo mondiale, che permette di creare video mentre si balla e canta in playback, da condividere poi con la community.

Questa volta la sfida consiste nel trovare il modo più originale ed efficiente per creare un breve video in cui simuliamo di trovarci in volo su un aereo, magari verso le soleggiate spiagge delle Maldive, mentre invece siamo in casa, nella nostra cameretta, procrastinando l’apertura del libro da studiare per l’ennesimo esame! A parte l’illusione data ai followers, questa sfida virale non ha alcuna conseguenza rischiosa (come invece era stato per alcune folli tendenze che in passato avevano reso il web decisamente pericoloso; pensiamo, ad esempio, alla purtroppo nota “Blue whale challenge”), anzi, può essere considerata uno stimolo alla fantasia e alla creatività.

In rete si trovano diversi video e foto divertenti che mostrano i retroscena della creazione di questi teatrini; l’escamotage più diffuso sembra essere quello di utilizzare lo spazio ovale tra il corpo e la maniglia del flacone di detersivo per simulare l’oblò dell’aereo, con la vista sui tetti di New York o sul mare azzurro che circonda qualche isola tropicale. Ovviamente, si tratta di immagini sullo schermo di uno smartphone o di un pc, posto dietro il “finestrino”.

Negli ultimi giorni, è diventato virale il video di una ragazza cinese che utilizza una tavoletta da toilette per creare l’effetto; nulla da ridire sulla forma dell’oggetto scelto, che si presta alla perfezione, ma tra l’avere in mano un pezzo del proprio bagno e trovarsi su un volo intercontinentale c’è una bella differenza!

Quest’ultima tendenza, diffusa soprattutto tra i millennial, maggiori fruitori del web e dei social network, ci fa certamente sorridere, ma anche riflettere. Ci suggerisce, infatti, che i giovani di oggi non hanno affatto smesso di sognare, come spesso si sente dire, anzi, ardono ancora di voglia di viaggiare e di conoscere. Speriamo, allora, che non si accontentino solo di farlo credere agli altri, ma che questo li motivi ad impegnarsi sempre di più per realizzarsi nella vita e far sì che un giorno il loro naso sia veramente appoggiato al finestrino di qualche aereo per godersi le meraviglie del mondo!