sopravvivere ai rimorchi estivi

Estate, tempo di rimorchi da spiaggia e lezioni di sopravvivenza

“Ciao zio Benny,
seguo già da un po’ la tua rubrica e volevo complimentarmi per la tua simpatia, ma soprattutto per i tuoi consigli, mai scontati e sempre fuori dal coro. Vorrei sottoporti un problemuccio. L’estate scorsa ero in vacanza a Gallipoli ed ho conosciuto un ragazzo, con il quale c’è stata subito una forte passione, durata per tutta la settimana. Al rientro, diciamo che è scomparso quasi totalmente. So per certo, che ritornerà in vacanza lì e dunque, è probabile ci rincontreremo. Da un lato vorrei scattasse nuovamente la scintilla, dall’altra vorrei ignorarlo, così come ha fatto lui con me durante tutto questo tempo. Che mi consigli di fare?
Un bacio, Lisa!”

Dolce Lisetta, grazie per i complimenti e continua a leggermi con la stessa passione con cui hai stalkerato questo ragazzo scoprendo che tornerà in vacanza a Gallipoli. Adoro gli stalker.

Mi pare quasi scontato da dire, ma leggendo la tua email, ho subito capito che per la tua situazione ci troviamo di fronte ad un classico ed irrimediabile caso di come sopravvivere ai rimorchi estivi. Sai vero di cosa parliamo? Nella fattispecie, ogni anno, nel mondo, durante i mesi più caldi dell’anno, hanno luogo e si consumano una moltitudine di passionali storie d’amore, che durano esattamente il tempo di due Mojito sotto le note di un tormentone di Giusy Ferreri e di Alessandra Amoroso.

Secondo gli studiosi, i rimorchi estivi si verificano a causa di una forte e incessante voglia di spensieratezza. Sarà la salsedine, gli eritemi solari, i tuffi dai pedalò o forse perché dopo un anno di lavoro e studio ci siam pure rotti i coglioni di avere sempre alta l’asticella delle responsabilità. Ecco, in tutto quest’insieme di mare, sole ed happy hour, spesso nasce una voglia di storie leggere. Vogliamo sentirci protagonisti di un romanzetto rosa da quattro soldi, uno di quelli che compriamo e mai leggeremo sotto l’ombrellone. Il senso è scaricare tutto il nostro amore e la nostra passione nel giro di qualche ora, se si è fortunati. C’è chi risolve tutto anche nell’arco di qualche minuto, sentendosi Usain Bolt!

Lisa, i rimorchi estivi, indipendentemente dalla durata temporale, trovano un po’ il tempo che corrono. Scusa il mio gioco di parole. Passare dalla superficiale infatuazione,  dettata dal momento o da quel tris di vodka e lemon di troppo, all’innamoramento, è spesso controproducente. Il tuo conquistatore da sogno di una notte di mezza estate, probabilmente, non ha mai avuto intenzioni concrete da mettere in valigia e portare da Gallipoli a casa sua. Può sembrarti crudele, ma è così.

Ti starai chiedendo se è possibile sopravvivere ai rimorchi estivi… Certo che è possibile! Bisogna prenderli così, per quelli che sono. Basta tener presente che quella passione, quell’atmosfera romantica da tramonto, quel bagno notturno e quei sussulti soffocati tra le file di ombrelloni sono stati sicuramente così intensi, ma allo stesso tempo fragilissimi! Senza ombra di dubbio. Quindi, quando a breve, incontrerai il tuo Romualdo, puoi sfoggiare un bel sorriso e il tuo pareo migliore e si cosciente, che se si avvicinerà a te è perché molto indelicatamente vorrà che tu lo riaccolga tra le tue braccia… In mezzo, lì, esatto, sul tuo seno. Se non riuscirai a sopportare tale insidiosa romanticheria, potrai sempre dire di no e goderti le tue meritate vacanze.

Dunque, ripetiamo insieme e diciamo: “I rimorchi estivi sì, ma senza innamorarsi!“. Certo, può anche succedere che tra due persone possa nascere un moto di amore perpetuo, ma forse è più semplice che io incontri Chris Hemsworth e lui lasci sua moglie per me! Oh, sarei anche disposto a fare da genitore 2 ai suoi figli!

sopravvivere ai rimorchi estivi

Zio Benny va in vacanza per una settimana, voi però, potete continuare a scrivermi a benito.dellaquila@socialup.it o mi trovate su IG cliccando qui: @loonoart



Benito Dell'Aquila