Epson avvia un interessante progetto in un istituto milanese 

Il noto brand Epson ha lanciato un nuovo, interessante progetto che si concretizzerà a Milano e che riguarderà dei giovanissimi studenti.

Epson, brand iconico a livello internazionale

Prima di entrare nel dettaglio è utile presentare Epson, azienda giapponese che vide i suoi albori nel lontano 1942 e che è a giusta ragione considerata una vera e propria icona nel mondo della tecnologia.

Epson tratta molti diversi articoli, riuscendo a garantire in tutti i casi massima avanguardia e performance di livello: si spazia dai robot ai registratori di cassa, dai componenti LCD alle stampanti.

Il mondo delle stampanti è probabilmente quello grazie a cui la casa produttrice è più concretamente nota ai comuni cittadini: tantissime persone possiedono in casa o in ufficio una stampante Epson, non stupisce dunque il fatto che e-commerce specializzati quali www.lamiastampante.it riservino ampi spazi ai toner di questo brand.

Epson: palestra creativa con i designer di domani

Il progetto che Epson ha voluto lanciare in quel di Milano è assolutamente in linea con il mondo della stampa, essendo incentrato sulla progettazione grafica.

Tale progetto è stato realizzato in collaborazione con l’Istituto Salesiano Sant’Ambrogio – Opera Don Bosco di Milano ed è denominato “Epson: palestra creativa con i designer di domani”; l’obiettivo, è evidente, è quello di favorire la formazione di designer che un domani saranno in grado di far la differenza in un mercato sempre più competitivo.

Il focus di questo progetto sarà senza alcun dubbio la creatività, ed Epson ha voluto ricreare tra i banchi di scuola dell’istituto coinvolto una vera e propria competizione in cui si simula un ambiente di lavoro.

La protagonista “tecnica” della sfida sarà, neanche a dirlo, una stampante Epson, nello specifico il modello Epson SureColor SC-F500, sempre molto apprezzato per la nitidezza delle sue stampe e, in generale, per le ottime performance che sa garantire.

Gli studenti dovranno lavorare su un tema quanto mai attuale ed interessante, ovvero quello della sostenibilità.

Sicuramente, come detto in precedenza, la creatività sarà il fulcro di questo percorso, ma anche la tecnica non sarà da meno: i 30 giovani studenti infatti dovranno prestare attenzione e dovranno quindi fare in modo che le grafiche realizzate possano essere stampate su diversi oggetti, dunque tazze, borracce ed altro ancora.

Un’attività curriculare che culminerà nel mese di marzo

Il progetto in questione troverà spazio nel corso del regolare anno scolastico: gli allievi della classe IV del Corso di Grafica dell’Istituto Salesiano Sant’Ambrogio – Opera Don Bosco, infatti, lo vivranno come una vera e propria attività curriculare e saranno coadiuvati da professionisti di spicco quali l’Art Director Silvia Confalonieri e lo Chief Strategy & Innovation Officer di The Embassy, Fabio Paracchini.

Il percorso di concluderà nel mese di marzo 2020, quando i 3 studenti più meritevoli, sulla base delle valutazioni che verranno effettuate da un’apposita giuria di esperti, vedranno i loro progetti concretizzarsi in delle vere e proprie stampe eseguite con la già citata Epson SureColor SC-F500.

Renato Sangalli, Pro-Graphics Manager di Epson Italia, nel commentare questa moderna iniziativa ha rimarcato i valori dell’azienda, innovazione e sostenibilità su tutti, sottolineando il fatto che con questo percorso formativo i giovani alunni dell’Istituto Salesiano Sant’Ambrogio – Opera Don Bosco potranno vivere la soddisfazione di tradurre le loro ispirazioni in un progetto concreto.