Endometriosi, la nuova odissea di tante donne

Alcuni di voi troverà estranea la parola “endometriosi”, ma è importante sapere di cosa si tratta, soprattutto per le donne, dato che riguarda una malattia tutta al femminile. Alcune donne ci combattono ogni giorno anche senza esserne a conoscenza.  Questa nuova odissea può essere un ostacolo davvero molto critico e difficile, condiziona la vita di una donna su tutti gli aspetti: lavorativo, affettivo, sociale, mentale. La maggior parte di loro non sono fertili, il dolore principale si caratterizza nella zona pelvica oppure durante i rapporti sessuali. Per questo la diagnosi molte volte può essere sbagliata o confusa con altre patologie. L’endometriosi è una malattia determinata dall’accumolo inconsueto di cellule endometriali al di fuori dell’utero che normalmente si trovano all’interno di esso. Questo provoca un’ infiammazione complicata per l’apparato femminile e genera sofferenze intestinali. Purtroppo in Italia ci sono circa 3 milioni di donne che soffrono di endometriosi. Per la diagnosi rivolgersi ad un centro specializzato o ad uno specialista ed ora in sintesi vi spiegheremo i sintomi principali.

SINTOMI:
– Uno dei sintomi più rilevanti è la dismenorrea (dolori mestruali davvero molto dolorosi)
– dolore nei rapporti sessuali
– dolore pelvici
-stanchezza fisica
(Bisogna puntualizzare che alcune donne non presentano sintomi.)

Purtroppo l’endometriosi non risparmia di certo le star, ma loro da vere e proprie star rompono il silenzio e cercano di parlarne, in modo da supportare e dare forza al pubblico femminile che le ascolta! Una di queste è Nancy Brilli di cui fa parte della Fondazione Italiana Endometriosi Onlus. Oppure Whoopi Goldberg protagonista del film “sister act” che più volte ha sensibilizzato il pubblico parlando della malattia indignandosi della poca informazione. Come loro anche la stupenda Pamela Anderson che scoprì di soffrirne durante le riprese di un film. Queste tre star citate rappresentano davvero un esempio e danno voce alle donne che lottano ogni giorno. Molte persone hanno sottovalutato e sottovalutano il dolore mestruale e per questo alcune donne hanno un senso di frustrazione sentendosi deboli e non comprese. Abbiamo parlato soprattutto di un dolore fisico ma è importante anche il danno psicologico, perché il rischio di soffrire di disturbi psicosociali, ansia, stress è molto alto. Un fatto molto preoccupante e grave è che molte donne non riescono ad emergere nel mondo del lavoro a causa di questa patologia invalidante che può ricadere nell’efficenza nelle mansioni lavorative. Purtroppo c’è anche da dire che è una malattia davvero costosa che non tutti di certo, se la possono permettere è stata fatta una stima di 9.579 euro all’anno per ogni donna. È importante essere a conoscenza di questa malattia terribile, diamo forza a queste grandi guerriere che ogni giorno affrontano una battaglia.



redazione