É islandese il calciatore più bello dei Mondiali. Siamo sicuri più di Beckham?

Di Benito Dell’Aquila e Sharon Santarelli per Social Up!

Il calcio è tra gli sport più amati del mondo e tempo fa qualcuno ha azzardato definirlo, rielaborando un concetto del tutto marxista, l’oppio dei popoli. Cosa ha reso questo sport talmente emozionante e talmente competitivo da issare addirittura lotte intestine alle famiglie, con padri tifosi per una squadra e figli che, invece, tifano per la squadra avversaria? Servirebbe probabilmente un team di antropologi per rispondere a questo quesito, ciò che sappiamo con certezza, è che i Mondiali di calcio 2018 sono iniziati e i patiti si sono riversati davanti alle tv, armati di birra e rutto libero, per guardare le partite. Gli italiani, certamente con un po’ di amaro in bocca e rammaricati per l’assenza della nostra nazionale, hanno risposto ugualmente alla chiamata.

Il calcio si sa, è comunemente definito uno sport prettamente maschile, amato principalmente dagli uomini, ma in realtà è una bufala! I Mondiali di calcio hanno un risvolto positivo anche per le donne che, sempre più interessate, passano le serate a guardare giovani aitanti e prestanti in pantaloncini rincorrere un pallone.

Ogni mondiale, oltre alla nazione campionessa della competizione, decreta tra le altre cose, anche il calciatore più bello. Questa volta a decidere senza alcun indugio è stata la rete che ha “organizzato” una sorta di concorso di bellezza ufficioso tra i calciatori impegnati nella Coppa del Mondo di Russia.

A esser sinceri non è stato neanche necessario che finisse il primo turno e che tutte le squadre scendessero in campo, per capire a chi appartengono le cosce più toniche e muscolose di questo mondiale. Ad issare la coppa del mondo è Rurik Gislason. Islandese (e già questo riaccende fantasie vaporose di gayser erotici) trent’anni, occhi azzurri manco fossero due fanali, capelli lunghi biondi che un po’ ricordano uno di quegli attori un po’ selvaggi della serie tv Viking ed un fisico che non lascia ombra di dubbio. Rurik Gislason, la tua tartaruga addominale è identica a quell’aggeggio che le nostre nonne di campagna utilizzavano per sbattere e lavare i panni sui rivi dei ruscelli. Un misto tra un vichingo ed un surfer di Miami Beach, Rurik fa farneticare anche seriosi ed impegnati giornalisti di questa testata.

Dopo il pareggio dell’Islanda con l’Argentina, pare che i fan si siano consolati per l’inatteso risultato calcistico con le foto del suo profilo Instagram, è palese che con questi mondiali i like alle sue foto siano piovuti a migliaia ed ormai si diverte a pubblicare sui suoi social.
C’è perfino chi lo considera più bello dell’ex centrocampista inglese David Beckham, sex simbol incontrastato ed indiscusso, capace di ricevere migliaia di consensi ad apprezzamenti perfino per la sua apparizione alle nozze reali tra Henry e Meghan, oscurando il royal wedding .

Gislason è meglio di Beckham”, si legge già sui social. Quindi la sfida la lanciamo noi sul nostro profilo Instagram @Socialupmag, Beckam Vs Gislason, vieni e vota!



redazione