Dimagrire con il tennis, tutti i vantaggi senza ricorrere a diete drastiche

Stai cercando un’attività sportiva che ti permetta di raggiungere il peso forma senza dover ricorrere a diete drastiche e interminabili ore in palestra? Ho una buona notizia per te, il tennis è uno sport ideale per dimagrire!

L’attività tennistica infatti oltre a far bruciare più di 600 calorie in un’ora permette, grazie all’aerobicità degli allenamenti, di sviluppare e mantenere un fisico tonico e asciutto: i movimenti scattanti favoriscono il dimagrimento delle cosce e il rassodamento dei glutei, mentre l’intensa attività delle braccia permette un aumento della muscolatura degli arti e una ridefinizione globale della parte superiore del corpo. 

Naturalmente per avere dei risultati misurabili nel tempo è necessario giocare a tennis due o tre volte a settimana per almeno un’ora e mezza. Altro aspetto da non sottovalutare è la necessità di un allenamento di compensazione che equilibri la disarmonia tra il braccio che gioca e quello che non gioca.

Ciononostante, proprio perché è uno sport dinamico e divertente, giocando a tennis il tempo passa velocemente e si possono praticare diverse ore di attività sportiva senza rendersene conto, a differenza di altri sport come la corsa che finiscono per essere monotoni e ripetitivi. 

Ovviamente giocare a tennis come attività snellente fine a se stessa è un po’ riduttivo, si tratta pur sempre di uno sport, e come tale va praticato con passione e senza improvvisare. Questo non esclude che si possano avere ulteriori effetti positivi, oltre alla soddisfazione intrinseca che si ricava giocando.

In particolare praticando tennis in modo costante si possono perdere molti chili, soprattutto nell’aria addominale. Questo perché l’allenamento non si limita alla sessione di gioco, ma comprende tutto un lavoro di preparazione fisica che è parte integrante dell’attività tennistica. 

L’allenamento nel tennis

Come riporta Universotennis.it, nel tennis l’allenamento deve essere studiato per garantire lo sviluppo armonico ed equilibrato di tutte le principali qualità fisiche e atletiche del giocatore. Non si tratta naturalmente di un fattore puramente estetico, gli esercizi tennistici di preparazione aiutano a rafforzare le strutture muscolari e migliorano l’equilibrio posturale.

Oltre alle capacità tattiche del tennista, il tennis è uno sport che richiede mobilità articolare, forza, resistenza e velocità. Tutto ciò significa che il processo di allenamento comprende anche esercizi da fare lontano dal campo da gioco e che riguardano l’attività aerobica e anaerobica. Tra questi:

  • La corsa intervallata, ottimo esercizio per sviluppare tanto la velocità quanto la resistenza. Si tratta di un movimento che alterna degli scatti rapidi lungo un percorso da sostenere a velocità contenuta.
  • Gli squat, i classici piegamenti rappresentano un valido metodo per rinforzare le gambe che durante la partita sono sottoposte a ritmi intensi e serrati.
  • Gli addominali, una zona addominale ben allenata è fondamentale per ottenere il giusto equilibrio e la massima efficacia nel movimento delle braccia. 

Questi esercizi sono utili per allenare il sistema “core” in modo da aiutare il complesso muscolare degli arti superiori e inferiori che gestiscono i colpi. Allenare il core non significa allenare solamente la zona addominale, ma anche tutti quei muscoli che regolano il meccanismo dell’equilibrio. 

In sintesi un buon allenamento preparatorio non solo vi permetterà di raggiungere prestazioni ottimali sul campo, ma vi consentirà anche di ottenere un adeguato controllo motorio, avere sempre una corretta postura e mantenere una buona forma fisica.



redazione