Cura dei capelli, ecco che cosa chiedono le ragazze!

In #Lifestyle by redazioneLeave a Comment

In materia di cura dei capelli le giovani donne italiane sembrano essere molto attente e scrupolose: ecco cosa emerge da una recente ricerca.

Le ragazze italiane? Sembra che siano realmente ossessionate dalla cura e dalla bellezza dei capelli, e lo siano ancora di più rispetto a quanto dimostrato dalle generazioni precedenti. A sostenerlo è una recente ricerca che è stata condotta da Euromonitor e analizzata anche dal noto sito Inran.it, denominata “The impact of millennials consumer behaviour on global markets”, riportata dal Centro Studi di Cosmetica Italia, secondo il quale una giovane donna italiana su tre (il 32,9 per cento dei millennial) utilizza uno shampoo dalle tre alle cinque volte per settimana, contro il 28 per cento dei loro genitori. Non solo, le stesse millennials sono particolarmente attente a utilizzare anche i prodotti anti-caduta, i protettivi pre-brushing e lo shampoo secco, che viene fruito dal 7 per cento del campione, contro il 2,7 per cento dei più anziani.

La ricerca di uno stile di vita più sano

Da quanto sopra emerge probabilmente che le donne italiane sono maggiormente attente a ricercare uno stile di vita più sano rispetto alle precedenti ed emerge altresì che desiderano fare la propria parte nel rispettare l’ambiente, considerate le scelte consapevoli sul fronte dell’acquisto di prodotti ad hoc e delle migliori linee dagli ingredienti naturali disponibili in commercio.

Dunque, emerge non solamente che le giovani donne italiane utilizzano più prodotti per il loro benessere, ma sono anche più attente ai prodotti che utilizzano, all’origine degli ingredienti in essi contenuti e naturalmente al loro impiego, che dovrebbe essere coerente con la propria visione della vita. Tra le principali statistiche dello studio, infatti, emerge anche come il 73 per cento delle millennials ritenga fondamentale orientarsi verso scelte di acquisto green riguardo alla propria bellezza.

Merito di Internet?

A margine dei dati di cui sopra è lecito domandarsi se una parte di questa evoluzione sostenibile delle giovani donne italiane non sia legata anche a Internet, considerando che l’attitudine verso la tecnologia ha spinto sempre più donne verso una maggiore informazione che prima era inaccessibile. Un comportamento da cui è poi derivato il grande interesse verso il naturale, il biologico e gli ingredienti dei prodotti e la loro funzione.

Una generazione più green

Tornando alle valutazioni green, molti esperti sottolineano come questa maggiore attenzione nei confronti della sostenibilità abbia spinto un crescente numero di società a produrre nuove formulazioni più rispettose della natura, con ingredienti più naturali possibile, e rivedendo spesso in tale ottica delle linee già collaudate. Ecco dunque un fiorire di nuove soluzioni e formule prive di solfati e parabeni, o ancora prodotti con proprietà rinforzanti presenti in natura nella frutta, come quelli a base di canna da zucchero, estratto di tè verde, vitamina B3 e B6, insieme a succo di mela e acido citrico.

E che dire di maschere e oli? Dal sesamo nero al pompelmo, dal kiwi e all’argilla bianca, dalle bacche di goji all’olio di coriandolo, in commercio potete trovare centinaia di prodotti che potrebbero fare al caso vostro, tutti all’insegna della bellezza, della sostenibilità, della protezione dell’ambiente.