Couchsurfing, AirBnB, Home Exchange: alloggi alternativi per viaggi low-cost

“Sì, viaggiare”, cantava Lucio Battisti, centrando in pieno una delle più grandi passioni dell’uomo. Ed è proprio così: viaggiare è uno degli interessi che accomuna milioni di persone. Tutti amano fare una valigia e lasciare la propria quotidianità in cerca di avventura, divertimento e sano relax, ma come ogni cosa bella, anche questa ha un prezzo, a volte non sempre accessibile. Nell’era di Internet e del mondo globalizzato, vedere altre realtà è diventata un’esigenza di cui non si può fare a meno, un’occasione per accrescere il proprio bagaglio culturale, un’opportunità per cambiare e, perché no, stravolgere la propria vita. Noi di Social Up ci siamo già interessanti al tema del viaggio low-cost, una tendenza che accoglie sempre più nuovi proseliti. Al giorno d’oggi ci sono diversi modi per poter viaggiare a basso costo, addirittura gratis. Ognuno di questi strumenti è indirizzato a persone e personalità diverse e varia a seconda di quello che si sta cercando. Per rendere più facile la decisione nella giungla del programmare la vacanza perfetta, oggi ci occuperemo dei tre modi più famosi per trovare un alloggio ad un prezzo conveniente ed economico: Couchsurfing, AirBnB, Home exchange. Scopriamoli insieme!

COUCHSURFING

Il Couchsurfing è il modo più famoso per trovare un alloggio gratuito e si fonda sul principio dell’ospitalità. Attraverso una piattaforma multimediale (www.couchsurfing.org) e dopo aver compilato il proprio profilo, è possibile trovare la sistemazione più adatta alle proprio esigenze. Questo metodo permette non solo di risparmiare sensibilmente sul budget, ma soprattutto dà la possibilità di conoscere la gente del luogo e di vivere la realtà locale in tutte le sue sfaccettature. Si tratta di un’ottima opportunità per chi ha voglia di conoscere una nuova cultura e di far conoscere la propria, o per chi vuole imparare una lingua straniera e fare nuove amicizie. Certo non sarà il Grand Hotel, ma è, senza ombra di dubbio, il modo più autentico di fare un viaggio!

AIRBNB

Per chi è poco propenso a partire all’avventura e magari ritrovarsi in un alloggio poco gradito, l’AirBnB potrebbe essere la soluzione migliore. Airbnb è una community online che permette a chi ha una o più camere disponibili nella propria abitazione di affittarle ai viaggiatori che vogliono conoscere quella determinata città. E’ un modo di viaggiare molto più economico e “social” della classica sistemazione in hotel, che permette di conoscere persone provenienti da tutto il mondo e avere consigli sulle mete più interessanti da visitare. Non va di certo sottovalutato l’aspetto economico: non è gratuito come il Couchsurfing, ma i costi sono davvero contenuti. Inoltre, la scelta della location e dell’alloggio spetta al visitatore, che può scegliere o meno di trascorrere del tempo con chi il padrone di casa.

HOME EXCHANGE

Lo scambio casa, o per dirla all’inglese Home exchange, è facile da praticare. Basta iscriversi in uno dei numerosi siti per “scambisti”, decidere dove e quando viaggiare e contattare le persone che offrono la loro casa nel luogo e periodo scelto e che, come voi, hanno bisogno di un alloggio nella vostra città. Sembra difficile trovare queste coincidenze, ma in realtà spesso ci si mette d’accordo su quando partire solo dopo aver contattato l’altra persona. È possibile che i proprietari della casa siano presenti nel periodo in cui vi ospitano e viceversa. Si tratta di un mezzo alternativo, nato nel 1953 negli USA, pioniere nel movimento del consumo collaborativo. Il vantaggio più evidente è sicuramente quello economico, ma non bisogna sottovalutare la possibilità di vivere come la gente del posto e non da semplice turista. Inoltre, se lo scambio prevede anche camper, auto o barche, il successo della vacanza è assicurato!

 

 



Catiuscia Polzella