Cosa portare in campeggio? Attrezzatura necessaria

In #Instaworld, #Travel, MONDO by redazioneLeave a Comment

Una buona organizzazione è indispensabile per programmare ogni tipo di viaggio, soprattutto se si ha l’intenzione di dormire in tenda, in camper o in una roulotte. 

I campeggiatori di oggi sono cambiati, oramai sono rari quei viaggiatori a cui basta piantare quattro pioli di legno in terra per fissare la tenda, si sono evoluti, e questo significa che la lista di oggetti da portare si è estesa.

Molti oggetti anche semplici infatti possono migliorare l’esperienza di viaggio e rendere le escursioni e la vita in tenda più facili.

Vediamo quali sono le attrezzature necessarie per andare in campeggio e passare una vacanza all’insegna del comfort.

Cosa Serve in Campeggio?

In campeggio montare una tenda solida e confortevole è la cosa più importante, proprio perché sarà come la nostra casa durante la vacanza.

Gli strumenti necessari per montare una tenda e crearsi un piccolo spazio ricreativo all’estorno sono:

– Una tenda abbastanza spaziosa

– Un telo di plastica per isolare la base della tenda con l’umidità del terriccio.

  • Un materasso gonfiabile dove adagiare il proprio sacco a pelo per notti più riposanti.

– Una coperta di emergenza, non si sa mai facesse troppo freddo o piovesse.

– Un sigillante per tende per evitare che entrino insetti.

– Una torcia potente LED come le torce militari per l’illuminazione nottura.

– Sedie pieghevoli per godersi la propria vacanza al di fuori della tenda.

– Tavolo componibile per poter mangiare o divertirsi con giochi da tavolo.

– Una o più sdraio per godersi i benefici del sole.

– Cuscino per evitare il mal di collo.

– Un binocolo per osservare la natura circostante, la sua flora e la sua fauna.

– Trap da montare per creare zone d’ombra.

– Corda e spago che possono sempre tornare utili.

– Un martello che serve per piantare i piolini di legno alla base della tenda.

– Un coltello tascabile per ogni evenienza.

– Un kit di primo soccorso e medicine.

– Asciugamani da bagno e carta igienica.

– Salviettine umidificate.

Utensili per Cucinare in Campeggio

Non avendo le comodità di una cucina come quella di casa, cucinare e mangiare in campeggio può risultare complicato a meno che non si decida di mangiare panini ogni giorno.

I cibi confezionati semplificano la vita ma non si possono mangiare tutti i giorni, per la salute del nostro corpo. 

Quindi anche se piatti semplici è consigliato cucinare e portare con sé:

– Un apriscatole.

– Un apribottiglie.

– Utensili metallici da cucina, come padelle.

– Un fornellino da campeggio dove cucinare le proprie pietanze.

– Una griglia a carbone per godersi una buona grigliata.

– Una caffettiera.

– Un tagliere.

– Delle pinze.

– Una tovaglia.

– Piatti e bicchieri di plastica.

– Della posateria di plastica o in metallo.

– Sacchetti della spazzatura per evitare di contaminare l’ambiente circostante.

– Pellicola e fogli di alluminio per poter conservare gli avanzi.

– Detersivi bio per non inquinare il terreno.

– Fazzoletti di carta.

Per quanto riguarda le bevande è prima di tutto consigliabile di portare con sé dell’acqua naturale, del caffè e una buona birra da godersi intorno alla griglia, da evitare le bevande zuccherine.

Invece i cibi più sfiziosi da portare sono: costolette di maiale, bistecche, salsicce, pollo, hamburger, melanzane, zucchine, patate, asparagi, alimenti in scatola come fagioli, piselli verdi, mais, verdura mista, ed infine il pane, fresco, da tostare o da cuocere sulla brace.

Per mantere tutti questi alimenti sarà indispensabile portare delle borse termiche per alimenti e bevande

Oggetti Tecnologici da Portare in Campeggio

Anche se il campeggio dovrebbe essere una vacanza rilassante a contatto con la natura, per mantenere il contatto col resto del mondo sarà indispensabile aggiungere alla lista:

  • Uno smartphone.
  • Un power bank, che sarebbe un caricatore portatile per cellulari, che non necessita della corrente elettrica.
    Sono consigliabili dei power bank che si ricaricano con la luce solare, anche se leggermente più costosi di quelli comuni.