Corsica e Madagascar: le mete ideali per un rovente luglio

Luglio è arrivato e con esso per molti italiani arrivano anche le tanto agognate ferie. Mare, sole, relax e divertimento sono le parole d’ordine per quest’estate. Ma dove andare in vacanza all’estero in questo mese?

Le mete sono tantissime e variano a seconda del budget a disposizione. In questo mosaico di posti meravigliosi da poter visitare, noi di Social Up ve ne proponiamo due: Corsica e Madagascar. Qualunque sarà la vostra scelta, uno cosa è certa: tintarella da far invidia a tutti i vostri amici e relax allo stato puro. Preparate le valige: si parte!

CORSICA ON THE ROAD

A 12 Km a nord della Sardegna, oltre le Bocche di Bonifacio, si estende la terza isola più grande del Mediterraneo, la Corsica, isola di proprietà francese dal 1768. Tra il blu del mare e le sfumature verdi delle montagne che frastagliano il territorio, questa splendida isola è un angolo di macchia mediterranea che offre tanti luoghi da vedere e conoscere, oltre a bellissime spiagge dove rilassarsi. Che voi visitiate l’isola o soltanto alcune parti, sia a nord sia a sud, potete percorrere antiche cittadine medievali che trasudano l’importanza storica del territorio. Ajaccio è la capitale, nonché città natale di Napoleone Bonaparte.

CORSICA….COSA VEDERE

Dalla chiesa di Notre Dame, dove Napoleone venne battezzato, al Musée National de la Maison Bonaparte, fino alla sua casa natale, la città è un viaggio alla scoperta di questo illustre personaggio. Tuttavia anche molte altre città meritano di essere menzionate e visitate, come ad esempio Bastia, con i vicoli stretti e le sue chiese barocche, Porto Vecchio, Calvi, Pigna e Bonifacio. All’arte e alle opere dell’uomo si mescolano perfettamente le bellezze naturali. Non di certo casualmente l’isola tutela un proprio Parco Nazionale, un’area protetta estesa per buona parte del territorio, che salvaguardia specie animali, vegetali e marine. Da non perdere i Calanchi di Piana, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Si tratta di una serie di sculture rocciose naturali che si stagliano a strapiombo sul mare, con un fantastico ed impressionante contrasto di colori.

UN TUFFO NEL MARE BLU DELLA CORSICA

Passiamo adesso alle spiagge, vere e proprie perle del Mediterraneo. Dalle più popolari (e affollate) spiagge di Santa GiuliaPalombaggia Rondinara alle calette dell’Ile Rousse con angoli appartati anche per chi ama praticare il naturismo. In Corsica, infatti, non è raro trovare ancora lidi poco frequentati e solitari, specialmente se ci si muove in moto o addirittura in barca, il modo migliore per trascorrere una vacanza qui. Per gli amanti della natura, una tappa d’obbligo è Capo Corso, la punta più a Nord della Corsica, chiamata anche “Il dito'”a causa della sua forma allungata, una zona di calette piuttosto selvagge.  Insomma, ce n’è per tutti i gusti!

ALLA SCOPERTA DEL MADAGASCAR

Situata nell’Oceano Indiano, a largo della costa orientale dell’Africa, l’isola di Madagascar è il posto ideale non solo per gli amanti del dolce far niente, su spiagge sabbiose o d’immersioni in acque cristalline alla scoperta di barriere coralline, ma anche degli amanti della natura. Le splendide foreste, infatti, sono ricche di miriadi di piante e foglie gocciolanti su cui strisciano e saltellano bizzarre creature come lemuri, camaleonti, pervinche e baobab, aloe, gechi e sifaka. Grazie alla sua straordinaria biodiversità, l’omonima isola principale è riconosciuta come uno dei più importanti centri di endemismi ristretti dell’intero pianeta.

MADAGASCAR….IL FASCINO DEL SELVAGGIO!

Tra i parchi naturali presenti nell’isola, il più bello è il Parc National de Ranomafana, una superficie di 400 metri quadrati per lo più di foresta pluviale. Questo permette lo sviluppo di tantissime specie arboree e in generale di una flora ricchissima. Tuttavia, il parco è noto per la presenza massiccia dei lemuri, con ben 12 specie. Per gli amanti del mare, invece, il posto ideale è Nosy Be, una bella isola con tante spiagge e fondali incontaminati, divenuta il principale centro turistico del Paese. Il paesaggio è unico, con laghi vulcanici che rappresentano un habitat perfetto per i coccodrilli, e ancora colline, monti, baie, insenature. Straordinari sono i 950 ettari circa di Mangrovie, che ospitano una ricchissima comunità di crostacei e molluschi. Per gli impavidi cercatori di avventure, Nosy Borah fa al caso vostro. Nota come l’Isola dei Pirati (da qui sono passati bucanieri dei sette mari come il Capitano Kidd), quest’isolotto di circa 60 km per 10, stretto e lungo, nella costa nord orientale del Madagascar è caratterizzato da spiagge incontaminate e mare cristallino. Inoltre, è il luogo di riproduzione delle balene megattere dell’Antartico, e quindi luogo privilegiato per il Whale Watching.

MADAGASCAR TRA SPIAGGE E CULTURA

Ma oltre alle spiagge, il Madagascar ha ancora tanto altro da offrire. No si può partire senza aver visitato la sua capitale Antananarivo, ricca di edifici storici. Una delle zone più vivaci è quella intorno a Kianja ny Fahaleovantena (Place de l’Indépendance), dove ci sono molti ristoranti e locali. Bellissimo è anche il lago di Anosy, circondato da alberi di jacaranda, in mezzo al quale sorge un monumento ai caduti della prima guerra mondiale. Da non perdere sono i tanti variopinti mercati che si svolgono in città, il più grande dei quali è quello di Zoma, dove viene venduto il meglio dell’artigianato locale. A nord, invece, troviamo la città di Antsiranana. Nota anche con il nome di Diego Suarez, è capoluogo della provincia omonima e fra le città più grandi del paese. La sua baia è la seconda più grande al mondo, ed è un punto turistico molto importante sia come punto di accesso in Madagascar dall’Oceano Indiano, sia per l’accesso ai parchi naturali limitrofi. Il Madagascar, dunque, ha questo e tanto altro ancora da offrire, una terra unica, ricca di risorse, tra le più belle al mondo, capace di accontentare ogni tipo di viaggiatore.



Catiuscia Polzella