Com’era il mondo nel Medioevo?

Com’era il mondo nel Medioevo? Spesso sentiamo dire molte storielle che ci incantano, ma spesso sono tutte false. Ed ecco qui la verità ai vostri innumerevoli dubbi! Una volta per tutte!

Il mondo nel Medioevo non è cambiato: è solo cambiata la prospettiva con cui l’uomo lo guardava.

Innanzitutto sfatiamo il mito della Terra piatta: la Terra era rotonda anche per i medievali! Il concetto di “Terra piatta” era da tempo superato, appartenente all’età antica. Il Medioevo vedeva la Terra come una sfera al centro dell’universo. Certo era che forse se la immaginavano un po’ più piccola di come oggi appare agli occhi nostri: infatti non conoscevano l’America e l’Australia, ma gli unici continenti che conoscevano erano Europa, Africa e Asia.

Il loro nord era il nostro est: Gerusalemme era infatti il luogo della passione di Cristo ed era inoltre il luogo in cui i tre continenti si congiungevano. E per questo rappresentato sempre “in alto”. E in effetti è così approssimativamente: il Medio Oriente e la Palestina sono un crocevia importante fra i tre continenti. Africa, Asia ed Europa occupavano tutto l’emisfero del Nord, mentre l’emisfero del Sud era completamente marino, senza alcuna terra emersa (luogo deputato da Dante per far sorgere il Purgatorio, agli antipodi di Gerusalemme).

Attorno alla Terra giravano poi i pianeti, secondo il modello tolemaico molto in voga all’epoca,  e corroborato dalla Chiesa, sfatato solo da Copernico durante la rivoluzione scientifica del tardo 1500.

I limiti della Terra allora conosciuti erano abitati da popolazioni mostruose: ciclopi, uomini con una gamba sola e popolazioni che avrebbero scatenato il finimondo con la venuta dell’Anticristo, ovvero i Gog e i Magog, riconosciuti con le popolazioni mongole di Gengis Khan, l’imperatore mongolo che distrusse ettari ed ettari di terra.

Spesso il mondo era raffigurato come una grande T che stava per l’appunto per “Terra”, dividendo il continenti (a Nord l’Asia, a Sud-Ovest l’Europa, a Sud-Est l’Africa). E se fosse stata veramente piatta, credevate che Colombo avesse osato sprofondare nel vuoto per raggiungere l’Asia, come suggerisce una vecchia pubblicità di un puzzle sferico a forma di mappamondo? Di certo Colombo sapeva il fatto suo!



Andrea Colore