Come vestire un neonato secondo le stagioni

Avere un figlio è la gioia più grande che due genitori possano avere. Quel piccolo fagottino lo hanno atteso con tanta ansia e finalmente è con loro. Ma adesso che è tra le loro braccia si affacciano nella mente dei genitori tante domande sul come vestirlo e questo è ancora più traumatico se è il primo figlio.

Come devo vestirlo?

pastedGraphic.png

La risposta spesso la si cerca chiedendo consigli a parenti ed amici che hanno più esperienza. Pertanto abbiamo posto noi la questione a chi ogni giorno si occupa di abbigliamento neonato per lavoro, gli amici di tutineneonato.it.

Questo articolo vuol essere un aiuto per quei genitori che non hanno ancora le idee chiare su come vestire il neonato dal momento della sua nascita.

Come vestire un neonato a seconda del periodo in cui è nato

Per quanto riguarda la tutina da utilizzare per il piccolo appena nato, conoscendo in anticipo la stagione in cui è prevista la nascita, sicuramente si è già pensato all’acquisto di una tutina adatta.

Le regole per la scelta della tutina adatta sono:

Mezze stagioni. Se è una mezza stagione evitare di coprirli in modo eccessivo per paura che si raffreddino. 

Infatti il neonato deve essere vestito in modo adeguato per evitare che possa sentire o troppo freddo o troppo caldo. Nelle mezze stagioni, ma soprattutto in primavera, è conveniente usare body o tutine a mezze maniche in cotone, in ciniglia o misto lana in funzione del luogo in cui si abita e in funzione della temperatura.

Possibilmente usare tutine con piedini incorporati per evitare calzini e scarpine. Se la tutina non ha i piedini incorporati allora utilizzare i calzini perché è proprio attraverso i piedi che il corpo si raffredda.

Essendo la pelle dei neonati molto delicata è opportuno, per evitare allergie, utilizzare cotone naturale 100% e scegliere colori ottenuti con tinte anch’esse naturali.

I tessuti devono essere traspiranti e per quanto riguarda il loro lavaggio è necessario usare detersivi delicati a PH neutro.

E’ opportuno non usare ammorbidenti e se si vuole una ulteriore  disinfezione, si possono usare, durante il lavaggio, delle gocce di Napisan o di Amuchina.

Se è una mezza stagione piuttosto fredda allora si possono usare tutine di lana, ricordandosi però, che la lana non va messa a contatto con la pelle, ma preferibilmente utilizzare tale materiale per i golfini.

La scelta delle tutine va fatta in modo tale da avere la possibilità di essere infilata facilmente dalla testa e con i bottoncini tra le gambe che permetteranno una facile vestibilità ed un facile cambio dei pannolini senza doverlo spogliare.

E’ buona norma portare con sé un cambio di pannolini, un cambio completo dal body, ai calzini, ai bavaglini, al ciuccio e il necessario per la pulizia del neonato. Questo comporta che la mamma dovrà rinunciare alla sua borsa classica e dovrà utilizzarne una abbastanza capiente.

Se possibile, la borsa deve essere a tracolla per permettere di avere le mani libere per ogni evenienza. Per ultimo è opportuno ricordare che in primavera ed in autunno è importante portare con sé una copertina leggera da utilizzare in caso di vento o di temperatura più bassa del normale.

Inverno. Ricordando che gran parte di quello che è stato scritto per le mezze stagioni vale anche per l’inverno vediamo di chiarire quello che in particolare in questa stagione va usato.

In inverno bisogna usare, per scaldare il pancino, un body intimo, un paio di calzini morbidi e caldi e una tutina in ciniglia.

E’ utile mettere in testa al neonato un cappellino invernale. La termoregolazione della temperatura in un neonato non è ancora ottimale e perciò è necessario controllare che, durante la notte, il piccolo si possa scoprire e perciò prendere freddo.

Durante il periodo invernale i genitori tendono a tenere alte le temperature dei termosifoni, ma questo è da evitare perché un caldo eccessivo è controproducente per il neonato. E’ meglio tenere la stanza più fresca e coprire un po’ di più il piccolo.

Estate. Anche per questo periodo valgono le raccomandazioni esposte quando si è parlato delle mezze stagioni.

In particolare per l’estate usate dei pannolini estivi, più traspiranti perché i neonati soffrono più il caldo che il freddo.

Volendo si può portare con sé una copertina di mussola di cotone da utilizzare se inizia a tirare una arietta fresca. I body e le magliette da utilizzare devono essere a mezze maniche e traspiranti. Il tessuto deve essere di cotone naturale al 100% e possibilmente biologico e certificato.

I piccoli facilmente sudano e quando ci si accorge di ciò è opportuno avere con sé i ricambi per cambiare il neonato. Infatti le correnti d’aria non fanno male al piccolo se non è sudato.

Il cappellino non deve mai mancare perché è utile per riparare il piccolo dai raggi solari. Se si porta il piccolo a passeggio allora è necessario utilizzare delle creme solari per salvaguardarne la sua delicata pelle.

Mesi successivi

Passato il primo mese di vita del neonato il piccolo ha ancora bisogno della massima attenzione dei suoi genitori sia nella cura di vestirlo sia nella cura di avviarlo alla conoscenza del mondo che lo circonda.

Quindi è opportuno dare la giusta  attenzione alle sue necessità. Già dai tre quattro mesi il piccolo è in grado di assimilare le informazioni dell’ambiente che lo circonda. 

Percepisce i gusti, le gioie e le eventuali liti che possono scaturire in famiglia. Assimila facilmente ed è per questo che vanno dati alla sua attenzione gli stimoli che lo faranno crescere.



redazione