Come indossare i tacchi in 10 semplici mosse

Mie care shoe addicted questo articolo è per voi!

Si sa, il mondo femminile nasconde in sé grandi insidie e faticose prove quotidiane: il vestito giusto per l’occasione giusta, l’abbinamento perfetto, i capelli, la borsa, trucco, ecc… Ma ciò che la maggior parte delle donne ama di più sono le scarpe! Che siano alte o basse, sneakers o eleganti, ogni ragazza che si rispetti avrà sempre bisogno di correre in negozio a comprare quel paio di scarpe che non è presente nella sua collezione!

Eppure è innegabile che noi ragazze non sappiamo proprio fare a meno di un particolare tipo di scarpa, croce e delizia dei nostri piedi: i tacchi! Zeppa, tacco a spillo o grosso, con plateau, le varianti sono tantissime e tutte hanno la capacità di dare quel tocco di sensualità alla nostra figura, cosa che nessun’altra scarpa riuscirà mai a fare. Improvvisamente indossando un paio di scarpe con il tacco, ecco che le gambe diventano più lunghe, la caviglia più sottile, il corpo più sexy.

MA ATTENZIONE! I tacchi, dolorosi compagni di mille avventure, non sono uno strumento che sempre riesce nell’intento di ammaliare il pubblico maschile. Quella che vi proponiamo oggi è una semplice “guida all’utilizzo consapevole dei tacchi“, giusto per non avere la stessa andatura di un cammello durante una traversata del deserto.


Regola numero 1- Lascia perdere i tacchi a spillo.
Punta piuttosto su un tacco con plateau: aiuterà la tua stabilità e non dovrai togliertelo dopo soli 15 minuti per il dolore lancinante. Attenzione però a non esagerare, cadere dai trampoli è più semplice di quanto tu possa pensare!

Regola numero 2- Fai le prove di portamento a casa, come nei film, indossando i tacchi e sistemando un bel libro sulla testa. Possibilmente non Orgoglio e Pregiudizio Guerra e Pace, magari scegli una lettura più “leggera” .

Regola numero 3- Fai passi piccoli. Estremamente piccoli, cerca di muoverti nel modo più elegante possibile e non dimenticare mai la sequenza: tacco, punta, tacco, punta. Prima lentamente poi sempre più veloce, più ti eserciti più sarai veloce. NOTA BENE: cancella dalla tua testa di voler imitare Carrie Bradshaw e la sua falcata, perché l’effetto sarà quello di un fenicottero impazzito!

Regola numero 4- Fissa un punto, come a danza quando dovevi fare le piroette. Ah non ci sei mai riuscita? Cavolo questo è un problema. Ritenta fino a quando non ci riesci!

Regola numero 5- Pancia in dentro, petto in fuori. Dimenticati di tutto questo per il momento e medita soltanto su come riuscire ad abbassare il tuo baricentro per aver maggiore equilibrio. E’ già basso? Ok, allora torna al punto 4 e trova il punto da fissare!


Regola numero 6- Usa i muscoli!
Siamo umane, abbiamo dei muscoli, quindi utilizziamoli! D’altronde le ore trascorse in palestra dovranno servire a qualcosa no? L’equilibrio è anche una questione di forza: addominali, quadricipiti, polpacci, dorsali.

Regola numero 7- Fai esercizi di equilibrio (senza i tacchi per cominciare). Prova un semplice esercizio: rimani il più possibile su una gamba sola, alternandole. Vedrai che sarai costretta ad utilizzare i muscoli e a fissare un punto per non cadere. E qui il fenicottero rosa ti sarà solo di ispirazione!

Regola numero 8- Allena la concentrazione e aumenta il livello di sopportazione del dolore. Parola d’ordine: pensa positivo! Se hai paura di cadere sicuramente accadrà! Insomma cerca di essere più un Dalai Lama e meno un’ipocondriaca con la febbre.

Regola numero 9- Metti i tacchi in occasioni strategiche. Hai seguito tutte le regole precedenti? Bene allora sei pronta a testare fuori dalla passerella casalinga la tua camminata da top model. Per iniziare indossa i tacchi per uscire a cena o andare al cinema: l’unico tragitto che dovrai fare sono quei 200 metri tra la macchina e la porta del locale. Minimo sforzo, massima resa!

Regola numero 10- In borsa sempre un paio di ballerine d’emergenza. Quando proprio il dolore è insopportabile, quando le lacrime stanno quasi per fuoriuscire, fatti scortare alla macchina o in bagno e senza imbarazzo o senso di sconfitta sfodera il tuo paio di ballerine con orgoglio. Hai combattuto la tua battaglia devi andarne fiera!



Claudia Ruiz