Come arredare un ambiente living piccolo

L’ambiente living è, in molti casi, la prima parte della casa che viene vista dagli ospiti. Per questo – ma anche per il suo essere ormai da tempo il centro nevralgico della casa – è opportuno arredarlo senza lasciare nulla al caso.

Come è meglio muoversi, per esempio, nei casi in cui si ha a che fare con un ambiente particolarmente piccolo? Scopriamolo assieme nelle prossime righe di questo articolo.

Viva la madia

La madia è un mobile che ha origini molto antiche. Popolarissima nelle vecchie case di campagna, nel corso degli anni è stata rivisitata dai designer, che le hanno regalato un gusto moderno.

Nel momento in cui la si chiama in causa, è doveroso ricordare che, in virtù delle sue dimensioni più contenute rispetto a quelle della credenza, si presta meglio a essere collocata in un ambiente living di estensione contenuta.

Come scegliere il divano

Un doveroso cenno nell’ambito dei consigli su come arredare al meglio un soggiorno piccolo deve essere dedicato alla scelta del divano perfetto. Non potrebbe essere altrimenti, dato che parliamo di quello che è il re dell’ambiente living! 

Tra le dritte da considerare nel momento in cui si seleziona il migliore rientra il fatto di focalizzarsi, se possibile, su elementi compatti a due, massimo tre posti. Ovviamente è meglio evitare le poltrone.

Come gestire l’open space

Molto spesso, quando si parla del living si inquadra un ambiente collocato nell’ambito di un open space salotto-cucina. Questa scelta, sempre più popolare soprattutto fra i giovani, deve essere gestita trovano un equilibrio perfetto tra estetica, praticità ed eleganza.

Concretizzare tutto questo significa dare spazio a elementi come il tavolo consolle allungabile, ma anche non dimenticare di non esagerare con i colori. Per evitare di essere eccessivi, è consigliabile non superare le 2/3 tinte.

Tappeto? Sì, grazie

Anche se può sembrare strano, il tappeto può aiutare tantissimo ad arredare un ambiente living di estensione contenuta. Ovviamente, per ottenere l’effetto sperato, è importante sceglierlo con attenzione. Tra i consigli utili al proposito troviamo il fatto di orientarsi verso tappeti con dimensioni proporzionate a quelle della stanza.

Cosa dire, invece, del colore? Che, idealmente, dovrebbe essere abbinato con la cromia di altri elementi presenti nella stanza. Si può dare vita a un’armonia con le pareti, ma anche a un abbinamento con il divano. Quello che conta, in generale, è evitare contrasti particolarmente accentuati.

Sfrutta gli spazi verticali

Consiglio mai troppo ripetuto: quando si deve arredare un soggiorno di piccole dimensioni, è cruciale sfruttare gli spazi verticali (si tratta di una raccomandazione che vale anche per gli altri spazi della casa).

Ovviamente l’attenzione corre sulle mensole, che possono essere interpretate in diversi modi. Si va da quelle essenziali, perfette per un salotto arredato in stile minimal, a quelle cubiche, fino alle mensole con forme particolarmente curiose, come per esempio la spirale.

La magia della luce naturale

La luce è un vero e proprio tocco magico quando ci si muove nel meraviglioso mondo dell’arredamento. Nel momento in cui si ha a che fare con un soggiorno particolarmente piccolo, il consiglio che non andrebbe mai dimenticato è quello di dare spazio a quella naturale, il che significa, per esempio, scegliere tende leggere e dai colori chiari.

Parete attrezzata

Facile da montare e disponibile in commercio con caratteristiche differenti, la parete attrezzata è un elemento che, negli ultimi anni, ha guadagnato una grandissima popolarità. Il motivo è legato soprattutto al fatto che, quando la si chiama in causa, si inquadra un’alleata speciale dell’arredamento degli interni di estensione contenuta, sempre più diffusi al giorno d’oggi.

Un altro aspetto da citare quando si parla dei suoi vantaggi riguarda il fatto che si tratta di un elemento modulare e per questo personalizzabile sulla base delle proprie esigenze.



Claudia Ruiz