Cocktail light: l’alcool si fa magro (o quasi)

Alessia Cavallaro

In CUCINA / Alessia Cavallaro / Comments

Quante volte vi sarà capitato di pensare: “Ecco, come al solito sono a dieta e gli alcolici mi sono stati proibiti! Che ingiustizia è questa?!”

Si sa, che le cure dimagranti normalmente non vanno di pari passo con l’innalzarsi del grado alcolemico, quindi, cosa fare? Bere o non bere?

Fino a qualche tempo fa vi avremmo tutti risposto con un “pregate, fratelli, di dimagrire mentre dormite dopo una bella bevuta”, ma ora le cose sono nettamente cambiate (per fortuna!).

E’, infatti, impazzato in molte metropoli il trend “Cocktail Light”, che altro non è la rivisitazione dei beveraggi alcolici più famosi in chiave light. Aromi, frutta e verdura fresca, dolcificanti alternativi e chi più ne ha, più ne metta, accorrono in nostro aiuto, per ingannare il nostro cervello ma senza colpire il nostro fisico (statuario o meno).

Partiamo questa meravigliosa carrellata di cocktail fat free con lui, uno dei più bevuti al mondo: il mojito.

Virgin Mojito

Ponete sul fondo di un bicchiere mezzo lime tagliato a pezzi e un cucchiaino di zucchero di canna. Schiacciate tutto con un pestello in maniera molto energica, aggiungete la menta e continuate a mescolare delicatamente dal basso verso l’alto, in modo da non spezzare le foglie di menta (ci vuole anche l’impatto visivo in queste tipologie di cocktail) . Riempite il bicchiere col ghiaccio tritato e colmalo con l’acqua frizzante e ginger ale. Le porzioni di questi ultimi due ingredienti sono a piacimento. Per finire decorate il bicchiere con un rametto di menta e una fettina di lime.

Passiamo ora a due cocktail davvero particolari, in cui ritroviamo la perfetta armonia tra frutta e verdura!

Pinzivodka

Versate 3 cl di vodka, 6 cl di succo di mela verde e 1 cl di succo di papaia in un bicchiere con 4 cubetti di ghiaccio. Aggiungete qualche grano di senape, quantità a piacimento, mescolando brevemente e unite 2 pomodorini, dei bastoncini di carota e 1 costa di sedano.

Belvedere Rivisitato

Frullate 80 gr basilico, con 80 gr di carota, 50 gr lattuga,50 gr limone, un pomodoro ed un rametto di prezzemolo. Fate attenzione perché il cocktail dovrà risultare abbastanza liquido. Servite il tutto in una coppa e aggiungete un pizzico di sale e di pepe alla fine e a preferenza di chi lo dovrà bere. Utilizzate un rametto di basilico e uno spicchio di pomodoro per decorare la coppa.

In ultimo lui, uno dei cocktail più consumati sulle spiagge del mondo: la Pina Colada ma in versione light!

Virgin Colada

Versate 40 ml di latte di cocco e 160 ml di spremuta d’ananas nel frullatore con 4 cubetti di ghiaccio. Tritate e frullate il tutto per 15/20 secondi, in maniera tale che il composto assomigli ad una granita, né troppo liquida, né troppo solida. Servite in un bicchiere e decoratelo con una fetta di ananas e una ciliegia.

Sperando che questi cocktail vi abbiano fatto venire voglia di provare qualcosa di diverso, noi abbiamo siamo già pronti per provarli tutti!