Cinque buoni motivi per togliersi il pigiama in quarantena

La chiusura forzata in casa ha ovviamente portato la maggior parte di noi a pellegrinare dalla camera da letto alla cucina in pigiama. Non ci stiamo occupando minimamente del nostro aspetto, ed è comprensibile vista la situazione contingente. Dall’altra parte però è necessario fare qualcosa per mantenere la propria persona. Con questo non dico di farsi la messa in piega e realizzare make-up degni del miglior tutorial di YouTube, ma almeno seguire piccoli accorgimenti che possono migliorare la nostra permanenza tra le mura domestiche. Ecco allora cinque validi motivi per togliersi il pigiama durante la quarantena.

1 Fa bene all’umore

Queste sono giornate un po’ sospese in cui si è destabilizzati da una realtà così surreale. L’umore non è certo dei migliori, ma è scientificamente provato che passare davanti allo specchio ed essere un minimo curati, aumenta la nostra positività. Ovvio il comfort è importante, ma anche l’occhio vuole la sua parte.

2 Per questioni igieniche

Il pigiama è un indumento che andrebbe indossato solo per dormire, mentre si è avvolti dal caldo abbraccio del piumone. È quindi necessario non tenerlo su tutto il giorno. Per chi proprio non si decide ad abbandonarlo in queste giornate, il consiglio è quello di cambiarlo prima di coricarsi nel letto. Insomma, passare da un pigiama all’altro, se proprio non ci si sente pronti ad abbandonarlo durante le ore diurne!

 

3 Per mantenere una routine

C’è chi dice che il primo step per iniziare bene la giornata sia rifare il letto e portare a termine il primo compito della mattinata. Questo è vero, ma andrebbe sicuramente accompagnato anche dal cambio dell’outfit. Alzarsi, rinfrescarsi e indossare abiti da giorno è sicuramente un buon modo per mantenere una routine anche quando sembra impossibile averne una.

4 Per affrontare al meglio smart-working e lezioni online

Diciamocelo, durante questi giorni la tentazione di lasciarsi cullare dal dolce far nulla è notevole. Ovviamente però non possiamo fermarci; molti di noi si trovano ad affrontare lezioni e lavoro in remoto e spesso devono fare riunioni in videochiamata o simili. È risaputo che l’abbigliamento giusto è in grado di dare una carica ottimale per affrontare le sfide. Quindi anche in queste occasioni, se si indossa l’abito adatto, si è predisposti a lavorare meglio e a seguire con maggiore attenzione l’interlocutore che parla dall’altra parte della web-cam. Per i più pigri va bene anche l’opzione camicia sopra e pantalone della tuta o leggings sotto.

5 L’occasione giusta per sperimentare

Questi giorni sono perfetti per poter provare degli outfit più audaci e azzardati; insomma tutti gli abbinamenti che vorremmo indossare normalmente ma a cui puntualmente rinunciamo perché non ci sentiamo a nostro agio. E allora quale occasione migliore di questa per provare a famigliarizzare con questi outfit? Così, quando tutto questo finirà, potremmo sfoggiare i nostri audaci abbinamenti con sicurezza e disinvoltura.



Eleonora Corso