Che cosa regalare a San Valentino?

redazione

In #Lifestyle / redazione / Comments

Con l’avvicinarsi del giorno di San Valentino, per tutte le coppie di innamorati giunge il momento più temuto: quello del regalo da comprare per il proprio partner. Le opzioni sul tavolo sono molteplici, ma il rischio di sconfinare nella banalità o nella mancanza di originalità è molto alto. Pare, però, che le donne puntino soprattutto su proposte golose: insomma, le esponenti del gentil sesso amano mettersi dietro ai fornelli per far felici i propri fidanzati e i propri mariti. In effetti, se su Instagram si digita l’hashtag #sanvalentino, compaiono più di 650mila post: dei 9 più rilevanti, ben 4 corrispondono a immagini e ricette di dolci. Lo stesso fenomeno si rileva su Pinterest, dove la maggior parte delle pubblicazioni ha a che fare con i dessert, con i biscotti e con le torte: tutte delizie che fanno venire l’acquolina in bocca sin dal primo sguardo.

Dolci o fiori?

Se le donne si buttano sui dolci, agli uomini non resta che regalare un bel mazzo di fiori per San Valentino. Un omaggio floreale è in grado di garantire un’emozione duratura e, soprattutto, ha il pregio di non fare ingrassare. E così, mentre chi è alle prese con ciambelloni e panna montata è costretto a calcolare le calorie introdotte e a lottare con la bilancia, le donne che si vedono recapitare un bel vaso di begonie o un ricco mazzo di rose rosse non si devono preoccupare di grassi e carboidrati ma si possono concentrare sulla poesia di un dono che di sicuro è stato fatto con il cuore e in maniera spontanea.

Quali piante donare?

Certo, non ci sono solo le rose rosse, simbolo di passione e di amore ardente: chi si rivolge a un professionista del settore ha l’opportunità di scegliere tra molteplici alternative, orientandosi tra fiori recisi e piante destinate a durare molto a lungo nel tempo, non solo in appartamento ma anche sul balcone, in giardino o in qualsiasi altro contesto. Si pensi, per esempio, all’edera, che viene considerata un simbolo di amore eterno, dal momento che non intende separarsi da quello che avvolge e che abbraccia. Una piccola piantina di ederaarrampicata può costituire un’idea eccellente per un regalo per San Valentino, a maggior ragione nel caso in cui sia abbinata a una sagoma con la forma di un cuore.

L’edera per San Valentino

I motivi che dovrebbero indurre a preferire una piantina di edera per il giorno di San Valentino hanno a che fare con la sua estetica ma non solo: il consiglio è quello di puntare su un esemplare ancora verdissimo, appena arrivato dal vivaio. Con l’aiuto di un po’ di fil di ferro, poi, si può creare la forma che si vuole; quella di un cuore, appunto, ma anche di un altro disegno a partire dal quale poi i rami potranno essere intrecciati. Se ci si sente molto ispirati, si può scrivere una poesia da allegare alla piantina, ma anche se non si è Baudelaire si può comunque compiere un bel gesto lasciando un messaggio contenente una frase celebre o il verso di una canzone. In qualsiasi caso, si tratta di un dono unico nel suo genere, destinato a rimanere ben impresso nei ricordi del destinatario.

Le decorazioni con i fiori

I fiori e le piante si prestano a una grande varietà di lavoretti e di decorazioni che possono essere concepite e portate a termine anche da chi pensa di non essere esperto di fai da te. Una semplice rosa, per esempio, potrebbe essere collocata sotto una campana di vetro, a simboleggiare ed esemplificare la delicatezza di un rapporto amoroso: ogni storia sentimentale, infatti, è un dono tanto prezioso quanto fragile, e proprio per questo motivo dovrebbe essere custodita e protetta con la massima cura, nutrita di giorno in giorno e non solo in occasione di ricorrenze particolari qual è – per l’appunto – San Valentino.