Da www.milanotoday.it

Calciomercato Milan: una fase di stallo che preoccupa i tifosi

Il calciomercato sta piano piano prendendo forma, e quest’estate ci aspettano colpi super. La trattativa più chiacchierata naturalmente è quella che riguarda il ritorno di Lukaku all’Inter; non dimentichiamo, però, anche un altro ritorno gradito ai tifosi della Juventus, ossia quello di Pogba.

Le squadre stanno così iniziando a formarsi piano piano, ma c’è il Milan che, invece, sta incontrando un po’ di difficoltà. I campioni d’Italia hanno quasi ufficializzato l’arrivo di Origi dal Liverpool, ma ancora l’attaccante deve arrivare a Milano. Maldini e Massara, alle prese con i propri rinnovi, hanno sul taccuino tanti nomi, ma ogni giorno c’è una difficoltà nuova. Botman e Sanches sono i giocatori in teoria più appetibili per la società di via Aldo Rossi, ma il PSG si sarebbe inserito nella corsa al duo del Lille. Questo, naturalmente, impedirebbe al Milan di competere con i francesi da un punto di vista economico.

Da www.socialmediasoccer.com

Si è parlato poi molto di Zaniolo per il Milan, ma le richieste molto alte della Roma stanno frenando la trattativa. Tra le indiscrezioni degli ultimi giorni, poi, la suggestione Dybala potrebbe far sognare i tifosi, ma anche qui non c’è ancora nulla di concreto. La Joya, in teoria, è promesso sposo dell’Inter, che ha tuttavia rallentato la trattativa per dare la precedenza a Lukaku. Ecco che in quest’ottica il Milan potrebbe inserirsi, ma le richieste salariali del calciatore ex Juve sono molto alte per le politiche rossonere.

Ultimi ma non per importanza ci sono i due giovani gioielli del Brugge, Noa Lang e Charles De Ketelaere, ma per i due talenti la squadra belga chiede tanto, in particolar modo per il secondo.

Insomma, tanti nomi, forse troppi, accostati al Milan, ma ancora nulla di fatto. Sicuramente qualcuno arriverà, magari dal 1 luglio in avanti, e probabilmente i rinnovi di Maldini e Massara sbloccheranno questa fase di stallo. Quel che è certo è che Gerry Cardinale non vuole presentarsi a mani vuote dai tifosi della squadra campione d’Italia.



Marco Nuzzo