Arriva in Italia YouTube Kids, la piattaforma video dedicata ai più piccoli

Sharon Santarelli

In WEB / Sharon Santarelli / Comments

Dal 12 settembre YouTube ha lanciato un’app per i più piccoli: YouTube Kids. Grazie a questa nuova applicazione tutti i contenuti riservati ai bambini, in special modo dai 2 ai 10 anni, potranno essere fruibili all’utente senza troppe elaborate ricerche.

Avete capito bene care mamme: non sarete più costrette a tenere sotto controllo il vostro Tablet mentre imboccate vostro figlio a colpi di “Il coccodrillo come fa…”. I video potranno scorrere tranquillamente, senza che ve ne preoccupiate perchè tutti i contenuti di questa app, separati dallo YouTube tradizionale, sono controllati e sono esclusivamente riservati ai più piccoli.

L’app è nata negli Stati Uniti nel 2015 e nel frattempo, prima di approdare nel Bel Paese, si è diffusa in altri 40 stati (arriviamo sempre con calma, noi!). I vertici della piattaforma hanno affermato che la nostra non è certo una brutta copia americana, anzi, pare che abbiano lavorato molto affinché fosse una versione adatta al target italiano. Perché si sa, abbiamo preso Halloween e tutto il resto del comparto a Stelle e Striscie per mangiare male e divertirci peggio, ma non toccateci i cartoni animati!

Proprio per questo i capi di YouTube pare abbiano stretto accordi con partner del calibro di Lego, Zecchino d’Oro, Rainbow e perfino con i creatori del Pulcino Pio. Ecco, forse per quest’ultimo era meglio se evitavano! “YouTube è sempre più la piattaforma dove trovare pillole didattiche o contenuti legati alla scoperta e alla crescita“, dichiara il country manager di Google Italia Fabio Vaccarono; a sottolineare che, accanto a video di intrattenimento e musica, è stato dato spazio a sezioni educative come Impara ed Esplora. Altro che Sapientino, ragazzi!

YouTube Kids offre inoltre la possibilità di uno Screen Timer per decidere quanto tempo i piccoli utenti possono utilizzare il Tablet. Alcune abilità del classico YouTube sono invece state disabilitate, per permettere un maggior controllo da parte del genitore: nessuna possibilità per il baby utente di caricare, condividere o mettere like.

E’ invece rimasta attiva la funzione per poter segnalare i video ritenuti inappropriati, che si spera comunque non venga utilizzata, in considerazione del fatto che questa app ha ricevuto il plauso della Polizia Postale per la sicurezza dei contenuti presenti in rete.

Sicuramente un’ottima app, che sarà apprezzata da grandi e piccini, ma ricordate che la tecnologia, che ci ha resi anche un po’ schiavi, non è una baby sitter per i nostri figli, ma solo un piccolo aiuto per farli, ogni tanto, divertire!