84enne rifiuta un milione di dollari e costringe il centro commerciale a costruire intorno alla sua casa

Una donna di oltre 80 anni, Edith Macefield, ha rifiutato nel 2006 di vendere il suo terreno alla compagnia proprietaria di una catena di centri commerciali che voleva costruire una struttura proprio nei pressi della sua abitazione.
Il risultato è ridicolo: la compagnia ha costruito un muro che separa il centro commerciale dall’abitazione per tre quarti di essa rendendo la casa stessa un po’ claustrofobica. La donna è morta nel 2008 e ha lasciato in eredità l’abitazione a Barry Martin, il capocantiere che ha diretto i lavori del centro commerciale con il quale la donna ha stretto un buon rapporto negli ultimi anni della sua vita.
Su internet la storia è diventata celebre e la casa di Edith è globalmente riconosciuta come la reale casa che ha ispirato il celebre film di animazione “Up”.
La sua vicenda e diventate così nota che la donna ha addirittura una sua scheda su Wikipedia (in inglese).



redazione