6 consigli per cercare casa e trattare sul prezzo

Acquistare una casa è il sogno di molti italiani che preferiscono investire i propri soldi per garantirsi un tetto sicuro da poter godere fino alla vecchiaia.

Ma l’acquisto di una casa non è sempre così semplice dato che si deve fare i conti sia sulle proprie possibilità economiche, e soprattutto su che tipologia di casa si sta cercando, facendo in modo che siano equilibrate le aspettative con i capitali. Esistono delle accortezze e dei consigli da dover perseguire per cercare casa e trattare sul prezzo di  acquisto.

Quando si cerca di acquistare un immobile spesso ci si affida alle agenzie immobiliari pensando erroneamente di riuscire a trovare immediatamente la casa dei sogni, ma molto spesso non è assolutamente così.

Spesso la ricerca di una casa risulta piuttosto più lunga del previsto, o magari le offerte immobiliari non rispecchiano totalmente le proprie esigenze. Ecco perché è necessario per rendere più snella la ricerca, ma soprattutto efficace seguire delle regole dettagliate all’acquisto immobiliare.

6 consigli per acquistare casa

Non esiste un vero e proprio vademecum per riuscire ad acquistare una casa, ma per evitare di effettuare clamorosi errori soprattutto legati all’acquisto di una casa sbagliata, è consigliabile cercare di seguire alcuni piccoli consigli indispensabili.

  • Fissare il prezzo

Sicuramente uno dei punti chiave per riuscire ad acquistare un immobile è fissare un prezzo, partendo proprio dalla cifra che si è disposti a spendere mensilmente, un budget chiaro e fisso consente di fare una prima selezione delle varie case, altrimenti ci si ritroverebbe con un’offerta troppo vasta e assolutamente lontana dalle proprie disponibilità economiche. 

Quindi prima di iniziare a sognare forse troppo in grande, è bene iniziare a fare dei conti reali sulla base dello stipendio percepito. Questo calcolo è semplice ed immediato, basta infatti richiedere una consulenza ad un esperto in modo tale da trovare la migliore tra le soluzioni presenti sul mercato immobiliare, senza doversi indebitare eccessivamente.

  • Capire realmente che tipologia di casa ci si può permettere

Avere le idee chiare sulla tipologia di casa che ci si può permettere è fondamentale per velocizzarne l’acquisto, sarebbe bene capire la metratura desiderata in base alle proprie esigenze e progetti futuri, ad esempio una coppia dovrà valutare l’idea o meno di avere figli e magari optare per una casa con qualche camera in più.

 Oltre alla tipologia di casa, se appartamento o villetta singola, e soprattutto se si vive in città sarebbe bene scegliere il quartiere dove si vorrà vivere. Fissando inizialmente le prime caratteristiche basilari  della casa che si intende acquistare, sarà poi possibile iniziare la ricerca dell’appartamento o casa indipendente adatta alle proprio esigenze e risorse.

  • Scegliere di affidarsi a internet o alle agenzie immobiliari

Sarebbe bene precisare che purtroppo online vengono pubblicati ogni giorno moltissimi annunci di vendita case, ma molte delle quali non sempre si rivelano però quello che ci si aspetta. Chi sceglie di trovare una casa online deve pertanto affidarsi solamente a siti internet certificati che hanno esperienza nel settore  immobiliare (ad esempio tra i tanti noi consigliamo immobili.aaannunci.it).

Per quanto riguarda le agenzie immobiliari è consigliabile procedere cautamente dato che sarà necessario versare una quota per le commissioni previste dall’agenzia all’acquisto dell’immobile. Meglio chiedere pareri da chi ha già acquistato casa presso la stessa agenzia, prediligendo agenzie che negli anni hanno acquisito una certa fama nel settore immobiliare. Evitare assolutamente di lasciarsi trasportare dall’entusiasmo, cercando di prendersi del tempo prima di acquistare un immobile e vagliando ogni aspetto fondamentale per l’acquisto di una casa.

  • Non limitarsi alla valutazione della casa, ma prestare attenzione anche al condominio

Quando si cerca una nuova casa è bene iniziare a sceglierla valutando ogni aspetto dell’abitazione, sia dal punto di vista strutturale, che di posizione, e in caso di appartamento non si dovrà tralasciare una valutazione del condominio. Durante la prima visita ci si dovrà concentrare sullo stato di conservazione dell’appartamento, soprattutto in ambienti come la cucina e il bagno che potrebbero avere bisogno di una ristrutturazione, aggiungendo ulteriori costi all’acquisto dello stesso immobile.

Ma oltre alla casa, risulta fondamentale controllare anche il condominio, in quanto dovendo vivere in un palazzo è bene informarsi sulle regole vigenti, controllando i pagamenti che si dovranno effettuare e lo stato di conservazione dell’intero stabile. 

  • Contrattare step by step

In alcune situazioni soprattutto quando si sceglie la casa è necessario negoziare l’acquisto, ovvero raggiungere un accordo con il venditore proponendo un’offerta più bassa rispetto a quanto proposto in partenza. La negoziazione è un aspetto molto delicato riguardo la vendita/acquisto della casa, di conseguenza sia il venditore che vuole vendere l’immobile ma ad una cifra adeguata, così come l’acquirente che vuole acquistare l’abitazione, vogliono concludere entrambi l’offerta senza doverci rimettere.

In questi casi esiste una comune regola per entrambi le parti, che non dovranno mai tirare troppo la corda altrimenti c’è il rischio per entrambi le parti che l’affare non si possa concludere. Un’offerta troppo bassa proposta dall’offerente potrebbe offendere il venditore che rinuncerebbe alla vendita, di contro il venditore non deve mai puntare troppo in alto e soprattutto non deve apparire mai troppo fermo sulle sue posizioni. Ma come è possibile negoziare correttamente sull’acquisto di una casa?

  • Proporre un’offerta ragionevole

La controfferta deve essere proposta senza troppi eccessi. Chi intende acquistare una casa sa perfettamente che il prezzo di partenza non sarà mai quello finale, quindi una volta visionata l’abitazione sarà possibile iniziare la trattativa.

Meglio non organizzare più di due visite per non mostrarsi eccessivamente interessati. Durante le visite è possibile porre qualsiasi tipologia di domanda all’agente o al venditore dell’immobile, se presente. A partire dal terzo incontro il venditore percepirebbe un notevole interesse per l’immobile e inizierebbe a condurre la trattativa a suo favore. 

Inoltre è dimostrato che le trattative migliori sono proprio quelle che durano un minore tempo possibile, pertanto l’acquirente dovrebbe indicare al venditore un termine massimo di accettazione dell’offerta, e solitamente si indicano dai 3 ai 5 giorni per valutare al meglio la proposta d’acquisto.

Sicuramente il fattore psicologico gioca un ruolo fondamentale durante la negoziazione dell’immobile. Durante la quale l’acquirente dovrebbe far capire al venditore che la sua proposta offerta sia la migliore perché è in grado di concludere immediatamente la trattativa, sia per la disponibilità dei capitali,  o sia perché ha già provveduto a chiedere alla banca un eventuale mutuo.



redazione