4 cose da sapere se hai intenzione di andare in vacanza a Formentera

Formentera, la più piccola delle quattro Isole Baleari (in Spagna), famosa per essere la “Isla Bonita” di Madonna,  dal carattere hippie e libertino degli anni 60. Negli ultimi vent’anni è diventata una meta sempre più ricercata, apprezzata per la sua bellezza naturalistica e per gli innumerevoli locali in cui divertirsi. Ecco alcuni piccoli consigli pratici che noi di Social Up vogliamo darvi prima di partire in vacanza per quest’isola che, tra l’altro, è meravigliosa anche in questo periodo!

  1. Noleggiare un mezzo

Formentera non è di certo l’isola per eccellenza quando si parla di strade asfaltate e sicure. L’isola è piccola, misura 20 km di lunghezza dalla punta nord alla punta sud, quindi è molto probabile che riusciate a girarla tutta anche in una breve vacanza. 

I taxi sono abbastanza costosi anche per una tratta breve e pensandoci non ne vale tanto la pena, il bello di Forme è anche godersi le strade, la vista del mare e delle Saline mentre si viaggia.

Per quanto riguarda gli autobus meglio non aprire questo capitolo. Ce ne sono massimo 10 sull’isola e fanno poche tratte con orari non tanto comodi per chi vuole godersi la vacanza con un pò di tranquillità.

L’unica soluzione quindi è noleggiarsi un motorino, non un auto. Consigliamo vivamente il mezzo a due ruote perché più facile da parcheggiare, arriva in posti in cui l’auto non può arrivare e soprattutto costa meno (sia per brevi che lunghi periodi)… non dimenticando la benzina, molto più economica!

2. Occhio ai prezzi

Formentera, si sa, è l’isola in cui tutti i VIP e le persone famose passano una buona parte delle loro vacanze estive; tant’è che negli anni si è adattata alle loro abitudini e non solo. Ristoranti, bar e locali hanno prezzi sopra la norma, soprattutto se si sceglie di consumare il proprio pasto ad Es Pujols, fulcro del divertimento e della movida di Formentera. Lungo il famoso Paseo si trovano innumerevoli offerte: dalla colazione chic alla pizza italiana, finendo con una cena elegante. Tutti locali buonissimi, ma in cui il portafoglio griderà.

Piccola tips: preferite gli altri paesini dell’isola come San Ferran e San Francesc, stessa qualità e prezzi più onesti.

3. Spiagge e comodità

Le spiagge a Formentera sono innumerevoli, alcune grandi e popolari, altre piccole e sconosciute. Dove ci sono chiringuiti o ristoranti, è possibile trovare anche lettini e ombrellini (in certi posti a prezzi onesti, in altri, tipo Ses Illetes, no). Ma in generale, meglio partire preparati: sull’isola il sole “picchia”, è forte e punta tutto il giorno sulle spiagge, di ombra ce n’è poca e la protezione solare non sempre funziona. Nei supermercati, infatti, a pochi euro vendono ombrelloni di qualsiasi misura e colore comodi da portare con sé anche in motorino e indispensabili se si ha intenzione di passare un intera giornata tra le coste dell’isola. Inoltre, quasi mai troverete dei bagni chimici e spesso anche nei chiringuiti il bagno non c’è. Da bere e da mangiare lo troverete sempre, per i servizi… adoperatevi prima di uscire di casa!

4. Periodo migliore

Nonostante Formentera non sia come Ibiza a livello di nightlife, ci sono comunque periodi in cui l’isola è più affollata e piena di giovani che hanno voglia di divertirsi e ballare per le vie di Es Pujols o bere qualcosa al famoso Blue Bar sulla spiaggia di Migjorn. Di sicuro agosto è un mese da evitare, alta stagione, troppo caldo, pieno di famiglie e di gruppi di ragazzi. Di sera è quasi impossibile passeggiare senza sgomitare qualcuno e di giorno nelle spiagge a fatica si trova un posto per l’asciugamano. Luglio di sicuro diventa più gestibile, il flusso di gente è comunque alto ma ci si può godere l’isola senza essere disturbati dalla folla.

I mesi migliori rimangono comunque giugno e settembre, poche famiglie e pochi ragazzi pronti a fare casino. Mare calmo, temperatura perfetta sia di giorno che di sera e prezzi leggermente più flessibili. L’isola rimane allo suo stato brado: le persone che ancora seguono la filosofia hippie frequentano con più tranquillità le spiagge in questo periodo, adatte per praticare il nudismo senza occhi critici addosso.

Questi sono solo piccoli suggerimenti per arrivare preparati sull’isola magica, per il resto consigliamo di godersi appieno tutto ciò che Formentera può offrirvi: dalle spiagge cristalline, i mojito sulla spiaggia, i tramonti colorati e la sensazione di libertà che solo lì potrete sentire.



Francesca Billi