Una nonna ha acquistato un pacco da 30 di Durex pensando fossero delle bustine da tè

Una nonna è stata vittima di una storia assurda e talmente divertente che non può non essere raccontata. Rosemarie si era dimenticata gli occhiali prima di fare un salto in negozio, dove pensava di aver comprato una scatola di bustine di tè - cosa che ha creduto fino al ritorno a casa dove accidentalmente si è ritrovata con un enorme pacco di preservativi.

La 76enne è riuscito a trovare il tempo per fare il giro di numerosi negozi. Tuttavia, dopo aver dimenticato i suoi occhiali da vista, ha accidentalmente messo nel suo cestino una confezione da 30 di preservativi Durex Thin Feel, credendo che fossero bustine di tè Tetley.

La storia della donna pensionata è venuta alla luce solo dopo che il marito confuso, John Riley, 78 anni, ha trovato i preservativi e spaventavo ha iniziato a chiedersi perché la moglie li avesse acquistati. Poco dopo, Rosemarie ha implorato sua nipote Gemma di restituire i preservativi e di farsi rimborsare - e non sorprende che la nipote 29enne "urlasse" dalle risate.

Dopo aver condiviso su Facebook, l'errore commerciale di sua nonna, il post è diventato rapidamente virale, raccogliendo più di 12.000 Mi piace, condivisioni e commenti.

La nipote ha dichiarato: "Se ripenso non posso smettere di ridere, ho visto gente piangere letteralmente dalle risate al racconto della storia."

L'anziana vittima di questo buffo frainteso non si è resa conto di cosa fossero fino a quando il marito non le ha fatto notare lo scontrino, che aveva una cifra notevolmente diversa rispetto a quella per le tipiche bustine da te utilizzate dalla signora. L'uomo divertito (e spaventato) le aveva detto: "Come mai hai comprato i preservativi, stupida cavalla?".

La nipote per risolvere l'inconveniente e recuperare i soldi è tornata al supermercato e ha raccontato le storia venendo accolta dalle fragorose risate della donna alla cassa. La cassiera così ha raccontato alla nipote che pensava fossero dovuti alla vicinanza con San Valentino e alla possibilità che Rosemarie avesse voglia di divertirsi. Aveva perfino pensato di chiedere qualcosa all'anziana signora, ma la vergogna l'ha portata a tenere per sé i commenti. Una storia davvero divertente, che alla fine si è conclusa con il completo rimborso per Rosemarie e suo marito, con tanto di promessa di indossare sempre gli occhiali nelle future spese della signora.



Andrea Calabrò