Il triste caso della modella Oversize censurata da Facebook

La modella Tess Holliday da tempo sta vivendo una situazione piuttosto controversa con il famoso social network creato da Mark Zuckerberg. Il caso ha qualcosa di particolarmente inusuale, perché Facebook ha preso una decisione che fa discutere e storcere il naso a non poca gente: ha deciso di non promuovere la fotografia della modella oversize perchè contraria alle proprie politiche di fitness e salute nel campo delle inserzioni. Facebook è nota per le fastidiose regole, spesso troppo restrittive in fatto di pubblicità e non risparmia nessuno. Recentemente, ad esempio, ha finalmente tolto il blocco del 20% di testo nella foto che bloccava diverse pubblicità, per un motivo spesso un po’ troppo fiscale.

Il caso Holliday comunque sta facendo parecchio discutere perché la modella australiana non è stata “bloccata” per un post qualsiasi, bensì perché questa ha tentato di sponsorizzare un evento dal tema “femminismo e grasso” che Cherchez la Femme, programma televisivo in onda in Australia, ha voluto pubblicizzare sul popolare social network, come del resto fanno molte aziende del settore. Il sistema di valutazione Facebook è automatico e spesso non ha la capacità di valutare quanto sia “corretta” una immagine in anteprima ed in questo caso la foto non è stata ritenuta valida perché contraria alle proprie politiche di fitness e salute. Il punto saliente però era l’obiettivo dell’evento di aprire una discussione in merito all’accettazione del proprio peso e promuovere una visione positiva del corpo.

La risposta del colosso di Palo Alto non è mancata, infatti come spesso accade questo ha risposto consigliando di utilizzare un’immagine più consona all’evento, con una donna che fa jogging o va in bicicletta, che tuttavia avrebbe potuto forviare il senso stesso dell’evento, dedicato non solo al miglioramento della propria persona, bensì all’accettazione come base di ogni miglioramento. La decisione è stata motivata come segue: “L’immagine non è stata approvata perché contraria alla nostra politica su salute e fitness. Mostra un corpo o parti del corpo in un modo indesiderabile e include primi piani di grasso e cellulite e la promozione di una condizione medica negativa, come i disordini alimentari. Il post non verrà rimosso, ma non può apparire come annuncio”.

Fortunatamente a comando della sezione che si occupa della gestione dei social media dell’evento, non vi sono degli stolti, tanto che questi in maniera intelligente hanno provveduto promuovendo nuovamente l’evento, ma sostituendo l’immagine con la fotografia ironica di una donna in sovrappeso su una bicicletta, diffondendo comunque notizia del rifiuto di Facebook che alla fine ha dovuto fare marcia indietro e pubblicare l’immagine precedente. L’evento è infatti attualmente online con la foto di Tess Holiday



Andrea Calabrò