Strani avvistamenti a Benevento: una pantera si aggira in città

Al tempo del coronavirus, con gli umani costretti a restare a casa, la natura si sta pian piano riprendendo i suoi spazi. Delfini, anatre, fenicotteri, cervi, tanti sono gli animali selvatici avvistati nei porti e nelle città italiane. Ma tra tutti, ce n’è uno in particolare che desta molta preoccupazione e suoi strani avvistamenti stanno generando una vera e propria psicosi. Si tratta di un felino molto feroce, una pantera, la quale sta tenendo sotto scacco alcune città del sud. A gennaio, infatti, i primi avvistamenti si erano registrati a San Severo, in provincia di Foggia, dove alcuni testimoni e video amatoriali hanno immortalato l’animale. A febbraio, invece, la pantera aveva lasciato tracce di se nella regione limitrofa del Molise, precisamente nel paesino di Limosano. Dopo questi avvistamenti, di nuovo il silenzio. E adesso, sembra che la pantera sia arrivata nel beneventano.

LA PANTERA NERA ARRIVA IN CAMPANIA

Come se stesse ripercorrendo l’antica “Francigena sannita”, la pantera è approdata in Campania. A darne notizia è il sindaco del piccolo centro di Torrecuso, in provincia di Benevento, pubblicando un avviso direttamente sull’albo pretorio del Comune.“Si avvisa la cittadinanza che sul territorio comunale sembra aggirarsi un animale vagante di grossa taglia, di razza felina ma di specie sconosciuta. Alcuni cittadini hanno fatto segnalazioni attendibili in merito – si legge nel documento – Chiunque avvistasse tale esemplare o rinvenisse carcasse di animali predate, è invitato a contattare il Comune”. Ed effettivamente avvistamenti e carcasse di animali sbranate ne sono state trovate nella campagna beneventana in questi giorni. Non è la prima volta che in Italia si aggira un pantera. Già nel 2015, infatti, un felino venne avvistato intorno al Lago d’Iseo. Quella volta, il WWF mise delle fototrappole che vennero in seguito rubate, mentre del felino latitante nessuna traccia.

LA PANTERA VA IN CITTA’

Ma non è finita qua. Nel fine settimana, alcuni cittadini di Benevento hanno dato l’allarme dopo aver notato un animale di grossa taglia all’interno di un campo di grano. Secondo una prima ricostruzione, l’animale è stato notato da un giovane che si era affacciato alla finestra della sua abitazione per guardare il papà mentre raccoglieva delle fave all’interno dell’orto. L’animale sarebbe scomparso all’interno dei verdi campi di grano che costeggiano la vasta area anche a ridosso del fiume Sabato. Sul posto sono intervenute le pattuglie del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Benevento, i Carabinieri forestali e i veterinari dell’Asl per un sopralluogo. In ausilio anche le volanti della Polizia. Uno spiegamento di forze dell’ordine che ha dato avvio alle ricerche per tutelare i cittadini della provincia campana. Pur trattandosi di una zona periferica, a ridosso dello Stadio “Ciro Vigorito”, la zona è fortemente popolata.

DALL’ITALIA ALLA GRAN BRETAGNA

Se l’Italia è preda della “pantera del meridione”, non è andata meglio ai sudditi della Regina Elisabetta. Nella contea di Cumbria, nel nord-ovest dell’Inghilterra, una donna ha avvistato una bestia “muscolosa” in campagna mentre stava guidando per recarsi al lavoro. La donna ha raccontato che, mentre prendeva qualcosa dal suo furgone, ha visto un animale che mangiava un piccione. Prontamente, è riuscita a scattare una foto prima che la creatura scomparisse. Nonostante gli scatti non siano del tutto chiari, in molti hanno visto una somiglianza tra l’animale e un puma. Gli scatti sono stati pubblicati su Facebook sulla pagina di un gruppo chiamato “Big Cats in Cumbria”. Tuttavia, gli utenti rimangono divisi sulla veridicità dell’avvistamento. La contea non è nuova a questo tipo di fenomeni. Si teme, infatti, che una terribile pantera nera soprannominata la “Bestia della Cumbria” stia perseguitando le colline del Lake District già dal 2013.



Catiuscia Polzella