River Country, quando si spengono i riflettori di un parco Disney

In #Instaworld, MONDO by Claudia RuizLeave a Comment

Se lo puoi sognare, lo puoi realizzare… Il sogno Disney ha incantato intere generazioni, non solo come creatore di un mondo fantastico popolato da animali straordinari e principesse protagoniste di mille avventure, ma anche attraverso la realizzazione di parchi a tema.

River Country è stato il primo parco acquatico di Disney World, aperto a Orlando, Florida, nel 1976 e chiuso nel 2001. Il parco vantava quattro scivoli d’acqua, alcune rapide e un lago dal fondale sabbioso, ma dopo venticinque anni ha finito per essere una delle uniche due attrazioni Disney al mondo chiuse in modo permanente.

Dopo la chiusura, River Country non è stato demolito, ma lasciato in uno stato di abbandono, senza che più nessun turista vi entrasse da allora, e recentemente il fotografo Seph Lawless ha avuto modo di entrare e scattare delle foto del parco a quindici anni dalla sua chiusura al pubblico. Queste immagini mostrano una sopraffazione della natura sui luoghi che fino a non molto tempo fa avevano intrattenuto migliaia di visitatori, e che oggi sono ridotti a paludi deserte, in un’atmosfera inquietante e quasi preistorica. Un triste epilogo per un luogo che ha visto nella sua storia migliaia di sorrisi.

About the Author
Claudia Ruiz

Claudia Ruiz

Nata a Catania nel 1989. Laureata in Scienze Internazionali presso l’Università di Siena. Nutro una passione per i temi di attualità e di politica estera, in particolare del sud est asiatico.