Rivedere un EX: come evitare che diventi un disastro

In EXPERIENCE by Emilia GranitoLeave a Comment

Incontrare una persona con la quale si è avuta una relazione può rivelarsi spesso un disastro. Il panico, il disagio o la voglia di vendetta, se non è finita proprio bene, possono trasformarci e renderci ridicoli. Qualunque sia stata la ragione che ha scatenato la rottura, rivedere un ex nel più inopportuno dei momenti a volte è inevitabile. Tuttavia, ci sono dei trucchi per salvarci dalla situazione in una maniera piacevole e rilassata.

Anzitutto, va fatta una distinzione: se state pensando di rivedere un ex di proposito, magari per chiarire alcune cose o per darvi una seconda possibilità, l’unico consiglio che possiamo darvi è di pensarci veramente bene: bisogna esser pronti a dimenticare tutti i problemi che vi hanno portati alla rottura (e le sofferenze che ne sono conseguite) e scommettere di nuovo sulla vostra felicità assieme, oltre che saper distinguere fra l’essere ancora innamorati o solo abbagliati dalla luce dei dolci ricordi di momenti trascorsi assieme. Se invece dovete rivedere un ex, ma se dipendesse da voi piuttosto vi ritirereste in clausura per dieci anni, oppure avete semplicemente il timore che presto o tardi possa accadere, leggete più avanti come gestire il disagio ed apparire al meglio.

Il primo passo da affrontare è mantenere la calma: dimostrarsi nervosi, arrabbiati o tristi non porterà a niente di buono, anzi farà capire all’ex che non abbiamo il controllo della situazione. Quindi, un bel respiro profondo, sorriso di circostanza ed unghie conficcate nella carne ogni qual volta vi venga voglia di rinfacciare all’ex qualsiasi cosa vi abbia fatto. Una volta ripreso il controllo, la parola d’ordine è educazione: non potete rimanere in silenzio, soprattutto se nessun altro intorno a voi inizia una discussione, né tanto meno far finta che non vi conosciate. Cercate piuttosto un argomento che coinvolga un po’ tutti, dite la vostra e lasciate che gli altri facciano il resto: in questo modo avrete dimostrato di essere tranquilli, senza dovervi sforzare a sostenere una conversazione troppo lunga (e quindi piena di tranelli). Se invece siete da soli, cercate quanto più possibile di lasciarvi coinvolgere: di certo non parlerete a cuore aperto dei vostri sentimenti, ma partite col vantaggio di sapere già, almeno in parte, cosa appassiona chi avete di fronte. Perciò, spostate l’attenzione su argomenti leggeri e godetevi la conversazione, fino a quando non arriverà un lungo silenzio; a quel punto, l’imbarazzo sarà il segnale che l’incontro è già durato abbastanza.

Un piccolo segreto per evitare che un incontro casuale con l’ex si trasformi in tragedia è di cercare il lato divertente di tale incontro. Questo può essere difficile, a meno che non proviate ad immaginare quanto possa essere sconcertante per l’altro vedere che – almeno in apparenza – voi siete del tutto rilassati, mentre lui/lei prova un profondo disagio. E questo a maggior ragione se non volete che l’incontro duri troppo: se siete particolarmente bravi a dimostrare un atteggiamento incurante, l’ex potrebbe effettivamente iniziare a cercare scuse per scappare! Se invece non accenna ad andarsene, provate con l’umorismo: battute divertenti, ma mai mirate a deridere l’ex, ed un pizzico di autoironia aiutano ad alleggerire la conversazione. Tenete ben presente, però, che ad un certo punto vi assalirà quella spiacevole sensazione di voler andare via o il desiderio che si apra una voragine e vi risucchi: non scappate, piuttosto usate una scusa (devo andare in bagno, ho una chiamata urgente da fare, devo rispondere ad un messaggio) per allontanarvi in maniera discreta, mettete i polsi sotto l’acqua fredda e riacquistate la vostra dignità.

Un’altra cosa da tenere bene a mente è che se l’incontro dovesse avvenire alla presenza di altre persone, le quali sanno cosa c’è stato fra voi, molti occhi potrebbero essere puntati nella vostra direzione, per semplice curiosità o anche malignamente. Cercate di curarvene il meno possibile e ripetete a voi stessi che presto sarà tutto finito, ma soprattutto, se qualcuno dovesse chiedervelo, affermate di essere completamente a vostro agio e che ormai vi siete fatti una vita. Una piccola bugia non ha mai ucciso nessuno.

Infine, è molto probabile che quando sarà tutto finito ripenserete all’incontro, magari rimpiangendo di non aver detto o fatto alcune cose, o fantasticando su come sarebbe stato se fra di voi non fosse finito tutto. Fin qui è tutto normale, ma non vi azzardate a cercare di ricontattare l’ex, per nessun motivo al mondo (diamo per scontato che abbiate cancellato il suo numero e bloccato su tutti i social network). Piuttosto, ricordate perché fra voi è finita, cosa vi ha spinto a decidere di allontanare quella persona dalla vostra vita.

Vi è capitato di rivedere un ex? Siete stati bravi, o avete commesso degli errori? Scriveteci e raccontateci le vostre esperienze!

About the Author
Emilia Granito

Emilia Granito

Nata a Melfi (PZ), ho conseguito la laurea in Scienze internazionali presso l’Università di Siena. I miei interessi riguardano le questioni sociali, in particolare le migrazioni internazionali e la tutela dei diritti umani; le mie passioni sono i viaggi, i libri ed il cioccolato fondente.