Ritorno al cinema: cosa potremo vedere in sala da oggi

Il 2020 si potrà definire come l’anno dell’attesa. Fateci caso, da qualche mese a questa parte siamo costantemente in attesa di una data. Prima il 4 aprile, poi il 18 maggio, ancora il 3 giugno, e ora siamo arrivati a un altro giorno importante, il 15 giugno. Sì perché è questa la data stabilita dal governo per l’ufficiale riapertura dei cinema. Insomma, si potrà finalmente tornare in sala.

Ovviamente non si può pensare che tutto sia già superato, che la tanto agognata normalità sia a un passo da noi, ma questa riapertura, insieme alla ripresa di altre attività e luoghi di aggregazione (discoteche sì, università no. Ma questo è un altro discorso), serve sicuramente a farci fare il primo passo verso la cara vecchia quotidianità.

Quindi, i cinema sono riaperti. Bene. Ma cosa potremo vedere? Proviamo a rispondere a questa complicata domanda.

Innanzitutto torneranno in sala quelle pellicole che, prima dell’emergenza, hanno avuto vita breve. Quindi si potranno vedere film come “Parasite”, “Bad Boys for life”, “Sonic il film”, “Pinocchio” o film degli anni scorsi come “Cena con delitto”, “Joker”, “Doctor Strange”.

Una programmazione pensata appositamente per una riapertura graduale. È un’ottima occasione, questa, per recuperare in sala film che magari vi siete persi nel momento della prima uscita.

Ci sono anche le grandi produzioni del 2020 che aspettano la fine dell’estate per uscire. Il film sicuramente più atteso è il nuovo lavoro di Christopher Nolan, “Tenet”, programmato per le sale italiane per il 18 settembre.

 

Ma ci sono anche altri film che attendono notizie per quanto riguarda la loro uscita, come “Ritorno al crimine”, pellicola italiana diretta da Massimiliano Bruno e sequel dell’ottimo “Non ci resta che il crimine”. Il film, infatti, sarebbe dovuto uscire il 12 marzo, ma per il momento ancora non si sa nulla in merito.

Il materiale, quindi, non manca. Resta solo da capire come si potrà entrare in sala. Per non farci trovare impreparati, ripetiamo qui alcune norme entrate in vigore per permettere il rientro.

Innanzitutto i posti saranno ovviamente limitati, con l’obiettivo di garantire distanza tra uno spettatore e l’altro; gli orari degli spettacoli, poi, saranno scaglionati per evitare grossi afflussi di gente, mentre per quanto riguarda cibi e bevande è previsto un sistema di preconfezionamento.

Un consiglio importante che possiamo darvi è quello di prenotare i biglietti online. In questo modo si eviterà il pagamento tramite contanti e code inutili in biglietteria. Sembrerebbe, invece, non obbligatorio l’uso della mascherina, anche se averla con sé è sempre una buona abitudine.

Detto questo, buon divertimento!



Marco Nuzzo