Pubblicità Buondì Motta: ironia e polemiche invadono i social

La fine dell’estate e il rientro dalle tanto amate ferie è destinato, si sa, a lasciare quasi sempre una scia di tristezza e di cattivo umore. Per fortuna che, nelle ultime settimane, c’è chi ha ben pensato di rincuorare gli animi di tutti e di spazzare via i sentimenti negativi per far spazio a risate e polemiche. Ovviamente stiamo parlando della tanto discussa pubblicità del marchio Motta che con il suo asteroide ha fatto breccia nel cuore di tutti, scatenando polemiche a non finire che, indovinate un po’, dove potevano non riversarsi? Certamente nell’universo della rete e sui più importanti social che, unendo un pizzico di ironia ad una sana e rispettabilissima dose di fantasia, hanno dato vita a delle chicche di tutto rispetto.

Prima però di lasciarci travolgere dall’ultima mania della rete, sarebbe utile procedere con un breve accenno alla storia dei fatti. Per rinfrescarvi la memoria, il tanto bersagliato spot è stato messo in onda a partire dagli ultimi giorni di agosto dall’agenzia Saatchi&Saatchi che, in accordo con il marchio Motta, ha deciso di pubblicizzare la nuova campagna della famosa merendina Buondì attraverso la realizzazione di due spot delle rispettive durate di 30 e 15 secondi ciascuno, trasmessi ovviamente sui principali canali televisivi nazionali.

Nello spot si fa largo una bambina dal visino tanto innocente quanto rompiscatole che si presta a reclamare con dei toni degni di un’arringa di tutto rispetto, una colazione che risulti leggera ma decisamente invitante. Tutto chiaro insomma. Peccato che le sue richieste non siano finite qui, in quanto è necessario che questa colazione soddisfi altresì il suo desiderio di leggerezza e golosità. Senza batter ciglio, prima la mamma e poi il padre prendono coraggio e con tono volto a liquidarla nel giro di pochi attimi, rispondono con una giusta dose di decisione e scetticismo, pronti a metterla in guardia sull’impossibilità dell’esistenza di una simile stregoneria, ma la loro fine non sarà di certo una delle più felici. Entrambi infatti, e c’è chi rivela la possibile uscita di un terzo spot in cui ad essere colpito sarà anche un innocente postino, vengono colpiti da un asteroide che li polverizza alla velocità della luce.

Con la diffusione virale dello spot i commenti e le polemiche non sono di certo tardate ad arrivare. Molte madri social, hanno scatenato la loro apprensione sui risvolti negativi della faccenda, sottolineando la violenza inaudita della pubblicità, auspicando al più presto un ritorno ai fasti della famiglia del Mulino Bianco. Seguono i sostenitori dell’Accademia della Crusca, precisini e bacchettoni che hanno giurato di dichiarar battaglia contro lo spot a causa dell’orrore causato dall’utilizzo del termine “asteroide” al posto del più corretto “meteorite”.

A chiudere in bellezza questa spirale di chiacchiericcio infinita, ci hanno pensato alcuni utenti delle piattaforme social che, attraverso la creazione di simpatici e divertenti meme, hanno deciso di prestare il loro prezioso contributo. Così dalle onoranze funebri Taffo che hanno pubblicato due feretri a forma di merendine Motta con tanto di scritta “R.I.P. mamma e papà”, a Kim Jong-un pronto a caricare il prossimo ordigno esplosivo e persino al Re della Notte di Game of Thrones pronto a distruggere i 7 regni a bordo della terribile merendina. Infine dalla pagina Facebook “Baby George ti Disprezza”, un chiaro auspicio del piccolo principino a togliere di mezzo una volta per tutte la cara e vecchia bisnonna e un disperato e illuso Giacomo Leopardi che grazie alla pagina “Se i social network fossero sempre esistiti” prende vita e pensa di poter finalmente iniziare una vita sociale attiva. Inutile dire quanto le sue speranze siano destinate a rimane sulla carta, al pari forse del famoso “lunedì inizio la dieta”.



Erminia Lorito