Pozioni e incantesimi nel pub ispirato al mondo di Harry Potter

Alessia Cavallaro

In CUCINA / Alessia Cavallaro / Comments

Se anche voi sognate di vivere a Diagon Halley, se per animale domestico vorreste una magica civetta bianca, e se ogni volta che vi ritrovate con un mestolo in mano, invece di cantare, provate e riprovate formule magiche sperando di beccare quella giusta, benvenuti nel club: amate, come noi, la fantastica saga di Harry Potter.

A Londra hanno gli hanno addirittura dedicato un museo, ovunque nel mondo è conosciuto, ma cosa si dovrebbe fare per vivere appieno un’esperienza “harrypottiana”?

La risposta stavolta è semplice e ve la serviamo noi!

Siccome Londra è sempre in grado di stare sul pezzo ed è proprio in quella landa che la storia ha avuto origine, la novità che vi stiamo per raccontare non poteva avere location diversa. Ebbene si, nella città della regina Elisabetta è stato inaugurato il primo pub (e speriamo non sia l’ultimo) che serve cocktails magici.

La magia inizia non appena si varca la soglia del locale. Ad ognuno, infatti, viene data una tunica da mago e una personale bacchetta magica.

Ma l’aspetto fantascientifico dove sta? Risiede proprio nella baccchetta: basta, infatti, un semplice tocco per attivare una spillatrice di birra o far cambiare colore ad un cocktail. In più esiste la possibilità di consultare antichi libri di magia e ricreare in un calderone una vera e propria pozione, che per reazione tra i diversi ingredienti comincia a fumare.

Il locale si chiama The Cauldron Magical Pub, e ha la pretesa di diventare un luogo di “culto” per tutti gli amanti di questa saga che risiedono nel mondo. E chi potrebbe mai dargli torto?

Il locale, avendo aperto da pochissimo, ha rilasciato ancora pochissime informazioni. Solo alcune sono di dominio pubblico, tanto che il menù e i drink disponibili dentro il locale sono ancora avvolti nel mistero.

Vi consiglieremmo di andare a fare una capatina a Londra, tanto per capire di cosa si tratti, ma purtroppo dobbiamo annunciarvi il sold out di tutte le date da quì a giorno da destinarsi. Difatti è letteralmente impossibile poter prenotare un tavolo in questo pub.

Solo le fotografie che sono state condivise sui social possono farci capire di cosa si tratta. La location, infatti, sembra essere abbastanza scura e avvolta dalla vegetazione. Cassapanche, tavoli di legno, libri magici, provette e albicchi è il design assolutamente voluto dai suoi creatori.

Sarebbe anche ora di aprire un altro posto, possibilmente identico a questo anche in Italia, no?!