Petizione contro Barbara D’Urso per la sospensione immediata dei suoi programmi televisivi

Se è vero che il successo da alla testa, questa volta Barbara D’Urso ha fatto proprio bingo. Nel corso dei suoi ultimi programmi, la caratura della presentatrice, secondo quanto riportato da diverse testate giornaliste, ha toccato veramente il fondo, tanto che da crearsi una vera e propria petizione contro i suoi programmi, richiedendone l’immediata sospensione. Più di 250.000 persone al momento hanno firmato per il blocco totale della sua trasmissione.

La recita in diretta dell’eterno riposo in compagnia del Ministro Salvini, quasi ad emulare le gesta del Santo Padre che recita preghiere in mondovisione, i consigli forfettari di lavare le zampette dei cani direttamente con la candeggina, che in mano a sprovveduti avrebbe dato luogo a veri scempi nei confronti dei pelosetti, il riportare  costante di fatti e misfatti di persone, con la teatralità di chi sul sangue degli altri vuole solo fare audience, insomma questo e tanto altro, ha fatto si che sono scesi in campo i protagonisti del vero spettacolo, attori che fanno spettacolo senza la suggestione del dolore di chi soffre, nel pieno rispetto della dignità di ogni essere umano.
Paolo Bonolis ha scelto un tono più ironico ma non meno duro per descrivere le sue impressioni sulla recita della preghiera in diretta televisiva: “Francamente non l’ho visto ma me l’ha raccontato mia moglie stamattina. Ha detto ‘Mannaggia la miseria, non sai cosa è successo ieri’. Secondo me, stanno cercando di soppiantare il Santo Padre. Vuole impossessarsi anche del Vaticano, non solo di Canale 5”, ha detto a Un giorno da pecora su Radio1.
Il manager Lucio Presta, che assiste anche Paolo Bonolis, ha scelto Facebook per un “pensierino del mattino in tempo di Coronavirus” con un attacco alla conduttrice e a una parte della dirigenza Mediaset: “Posto che l’orrore televisivo che produce ogni giorno, ogni mese, ogni anno la suora Laica in paillettes (naturalmente nulla a che fare con le Suore Laiche vere che sono esempi da seguire) è ormai da tempo sotto gli occhi di tutti e quindi vorrei non tornare sull’argomento quello che mi domando ogni giorno è: come mai una Testata giornalistica VIDEONEWS accetta di mettere la firma su tanto poco e tanto orrore? Conosco da molti anni gli uomini che sono a capo di quella testata giornalistica, anzi devono a chi scrive se hanno la gestione del pomeriggio di Canale5, da anni ormai, essendo io quello che chiese ed ottenne da Mediaset il passaggio dalla gestione TG5 a quella di Videonews per sopraggiunte divergenze con CDR del Tg di allora durante la conduzione Perego, e posso dimostrare che ci sono delle persone capaci che sanno fare Tv e quindi è difficile da comprendere.”
Il mistero allora si infittisce, perché la Testata, il cdr, l’ordine dei giornalisti etc permettono ciò? Io faccio da tempo la mia parte e nessuno dei miei assistiti va ospite dalla Signora delle paillettes e la mia parte credo di averla fatta, ora che la facciano gli altri. Oppure serve a qualcosa o qualcuno che ci sia in onda questo scempio ? Tacere equivale ad essere complici di tale orrore e personalmente non amo esserlo. Ah saperlo.
Che dire, il tutto con ascolti non certo entusiasmanti di Pomeriggio 5 e Live-Non è la D’Urso. Nelle scorse ore su Change.org è stata lanciata una petizione che chiede ai vertici Mediaset in maniera esplicita la chiusura dei programmi della presentatrice napoletana.



Alessandra Filippello