Per arrivare puntuale al colloquio di lavoro percorre 10 km in autostrada su un monopattino

Troppo ligio al dovere ma anche molto incosciente, a Rimini, un ragazzo fermamente deciso a non perdere un’occasione di lavoro, è stato fermato e severamente multato in autostrada, nei pressi del casello di Rimini Nord, perché correva come un matto su un monopattino. La segnalazione di un pirata dello strano veicolo in autostrada era stata effettuata da molti automobilisti,  stupiti nel vederlo circolare sulla corsia d’emergenza col suo inconsueto mezzo di viaggio. Il giovane, raggiunto da una pattuglia della Polstrada di Forlì, dopo avere percorso una decina di chilometri, è stato accompagnato all’area di servizio Rubicone Est. Lì ha spiegato agli agenti di aver imboccato l’autostrada per poter arrivare in orario al colloquio di lavoro, che avrebbe dovuto sostenere a Cesena. Il ventenne è stato multato e il veicolo sequestrato per ulteriori accertamenti. La paura e l’ansia di arrivare in ritardo all’appuntamento di lavoro lo ha fatto convincere che a mali estremi estremi rimedi. Quindi, per rimediare e arrivare in orario, ha deciso di percorrere la A14 per dieci chilometri in direzione Bologna a bordo di un monopattino elettrico. Protagonista della vicenda è un ragazzo di 20 anni, residente a Rimini, intercettato dalla polizia e sanzionato per aver circolato in autostrada con un veicolo non ammesso dal codice della strada.



Alessandra Filippello