Fonte: www.thehansindia.com

Pearl, il gatto “da guardia” che impedisce ai ladri di rubare i cocomeri

Senza fili, cablati, wireless, collegati ad Internet: tanti sono i sistemi di antifurto esistenti. Quasi tutte le attività commerciali e abitazioni del mondo sono dotate di un adeguato sistema elettronico anti intrusione. Non bisogna certo essere ricchi per avere un sistema di allarme. Grazie alla connessione wireless, schede SIM e servizi cloud, non serve più cablare l’allarme facendo passare i fili nei muri e installando grossi e goffi dispositivi in giro per la casa. Ci sono soluzioni molto efficaci ed eleganti. Alcune anche estremamente inusuali e stravaganti. Un esempio è la storia che vi stiamo per raccontare che ha come protagonista Pearl, un gatto “da guardia” custode di un campo di angurie in Thailandia. 

Fonte: www.boredpanda.com

La strana passione di Pearl nasce 6 anni fa, quando diventa un membro effettivo di una famiglia di contadini proprietari di un campo di cocomeri. Come segno di riconoscimento per l’ospitalità, Pearl è diventato un efficiente gatto di guardia che supervisiona quotidianamente la raccolta e la rivendita dei grandi frutti. Con il suo sguardo minaccioso non solo tiene lontani i ladri ma è anche diventato una star locale. E’, infatti, il gatto più famoso e amato del villaggio in cui vive.

Fonte: www.pupperish.com

Senza mai perdere un giorno di lavoro, da 6 anni Pearl è un vero e proprio antifurto che impedisce a qualsiasi malintenzionato di rubare il frutto del duro lavoro dei suoi amati padroni. Tuttavia, Pearl sembra non gradire neanche la vendita dei suoi adorati cocomeri, che ha visto nascere e crescere. Al contrario di ogni altro contadino al mondo, questo gatto elargisce miagolii di disprezzo dal suo scanno reale quando il suo proprietario fa assaggiare le angurie ai passanti.

Nonostante il suo aspetto e la sua fama da duro, Pearl è un gatto dolcissimo proprio come le angurie di cui è guardiano. Tuttavia, se non si vogliono problemi è meglio pagare e saldare subito il debito. Solo davanti ai contanti, infatti, sembra che il gatto cambi espressione!



Catiuscia Polzella