Fonte: www.snaptrip.com

Mostro di Loch Ness: un nuovo avvistamento riaccende la fiamma della leggenda

Coccodrilli nel fogne, antiche tenute abitate da strane presenze, streghe, folletti e tanto altro. Da sempre i miti e le leggende avvolgono nel mistero luoghi affascinante ed inquientanti allo stesso tempo. Sono storie insolite e curiose che affascinano i creduloni fino all’autoipnosi. Passano di bocca in bocca, di generazione in generazione e proprio perché sono infarcite di dettagli, acquistano legittimità e presto diventano “storie vere”. Tra queste, la più famosa in assoluto è quella di Nessie, la leggendaria creatura che, secondo la leggenda, abita le fredde acque del lago scozzese di Loch Ness. E, dall’ultimo avvistamento avvenuto nei giorni scorsi, sembra proprio che quella del mostro di Loch Ness non sia propria una leggenda.

Fonte: www.visitscotland.com

MOSTRO DI LOCH NESS: TRA MITO E LEGGENDA

Un area di 37 chilometri con una profondità di 240 metri: è questo il territorio di caccia di Nessie, avvistata più volte nel corso dei secoli. Sono tante le discrepanze sulla sua presunta descrizione. Qualcuno ha parlato di gobbe, altri di una figura serpentiforme, altri ancora di un esemplare particolare di lontra, anguilla o addirittura rettili acquatici del Giurassico. Esistono persino delle fotografie del mostro, però molte sono dei falsi diffusi per richiamare l’attenzione dei turisti. Tuttavia, negli anni gruppi di scienziati, zoologi ed esperti sono giunti in Scozia da tutto il mondo per cercare delle risposte credibili. Nonostante le numerose testimonianze e conseguenti ricerche della reale esistenza di Nessie non vi è alcuna prova scientifica.

Fonte: www.backroads.com

MOSTRO DI LOCKNESS: L’ULTIMO AVVISTAMENTO….

Tantissimi visitatori sono attratti qui dal fascino dei racconti di cui è protagonista, proprio come Brandon Scanlon, protagonista dell’ultimo avvistamento avvenuto lo scorso 26 agosto. Come si legge dalla segnalazione ufficiale riportata dal “Daily Record”, “il signor Scanlon, in vacanza con la sua famiglia, ha notato qualcosa sul sonar sulla barca e ha catturato un’immagine”. Solo a quel punto il capitano dell’imbarcazione, Mike, ha stimato che l’oggetto identificato avesse una lunghezza di 2,70-4 metri ad una profondità di circa 20 metri. Le “misure” della creatura così scoperte, dunque, sembrerebbero conferma la teoria secondo la quale il mostro non è altro che un plesiosauro. Si tratta di un esemplare di dinosauro le cui dimensioni, stando ai ritrovamenti fossili, corrisponderebbero proprio alla stima fatta dal capitano della “Nessie Hunter”.

Fonte: www.mirror.co.uk

….DI UNA LUNGA SERIE

E Scanlon sembrerebbe non essere l’unico ad aver visto una “presenza” misteriosa aggirarsi tra le acque. Verso la fine di luglio, infatti, un altro turista il signor Veacock, ha affermato di aver visto una creatura non identificata alzarsi a due piedi dall’acqua prima di tornare alle profondità remote.E ancora un padre e una figlia, anche loro in vacanza sul celebre lago, hanno raccontato di aver visto Nessie muoversi nell’acqua mentre facevano un’escursione nei dintorni della zona. Insomma, quello dello scorso 26 agosto e solo l’ultimo avvistamento di una lunga serie del mostro di Loch Ness. Siamo proprio certi che si tratti solo una leggenda?



Catiuscia Polzella