“Mi ci sono seduto sopra” trovato all’interno del retto di un uomo un grosso pesce

A causa di forti dolori si era rivolto all’ospedale per chiedere aiuto, ma nessuno poteva mai immaginare quale fosse il motivo a scatenare i fortissimi crampi, ed a suo dire nemmeno lui. Lo scorso 3 giugno, un uomo è arrivato all’ospedale Zaoquing, nella provincia di Guandong (Cina), lamentando un forte dolore addominale. Durante la fase di anamnesi i medici non hanno compreso cosa potesse causare il dolore e per escludere alcune ipotesi hanno sottoposto l’uomo ad ecografie e radiografie. Proprio durante questi esami si sono accorti che nel retto dell’uomo c’era un pesce di fiume ancora integro. Se l’uomo avesse ingurgitato il pesce, sicuramente non si sarebbe trovato in quello stato, dunque i medici gli hanno chiesto come vi era finito. L’uomo, probabilmente per vergogna, ha risposto loro: “Mi ci sono seduto sopra“. Ovviamente la reazione è stata di incredulità ed una delle infermiere ha risposto di getto: “Ma ci prende per stupidi?”. Provenienza dell’animale a parte, scoperto il problema si voleva procedere con la rimozione per via endoscopica, ma l’animale era troppo grosso ed in profondità per una simile soluzione.In sala operatoria i chirurghi hanno estratto abbastanza semplicemente l’intruso e lo hanno riposto in un’apposito vassoio. Ad operazione conclusa, l’uomo è stato ricoverato e dovrà rimanere in ospedale finché non sarà definitivamente ripreso. Non è la prima volta che dei medici si trovano di fronte a strani oggetti presenti nel sedere dei pazienti. Probabilmente, però, è la prima volta che si trovano di fronte ad un animale. Non è possibile sapere se l’introduzione è stata volontaria o forzata (magari un atto di violenza nei suoi confronti) né se il pesce fosse vivo o morto prima dell’introduzione.



Alessandra Filippello