Marocchino, tenta di uccidere una ragazza italiana con una overdose, perchè si rifiuta di sposarlo

Il fatidico si non c’è stato, per cui come punizione per il suo rifiuto, hanno tentato di ucciderla mandandola in overdose. Si trattava a tutti gli effetti di un contratto vero e proprio, un marocchino irregolare, deciso a tutti i costi di voler regolarizzare la sua posizione in Italia, aveva preso accordi con una ragazza italiana per organizzare un matrimonio, l’obiettivo era di prendere con lo sposalizio tutti i diritti giuridici di competenza, il tutto al solo costo di 5000 euro, di cui 2000 già versati come caparra. Ma, forse a causa della pandemia o per un ripensamento dell’ultima ora la trattativa non va in porto e la sposa si da alla fuga. A questo punto, la decisione di toglierle la vita inscenando un overdose per toglierla di mezzo. La ragazza, tuttavia è stata salvata in tempo, ed allora è partita la denuncia, per questo i carabinieri di Alassio (Savona) hanno arrestato 7 persone (6 in carcere e una ai domiciliari) con l’accusa a vario titolo di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, spaccio di sostanze stupefacenti, tentata estorsione e violenza privata.



Alessandra Filippello