“Mal che vada ci innamoriamo”: un libro sui casi umani, l’Amore per se stessi e la ricerca dell’Amore vero

In #CulturalMente by Sandy SciutoLeave a Comment

Si chiama Mary G. Baccaglini, è la founder di “Confessioni di una mente cinica, isterica e romantica” presente sui social e da settembre è in libreria con “Mal che vada ci innamoriamo”.

Al debutto del suo primo libro, la Baccaglini sceglie di parlare della vita di Allegra Casanova, una trentenne alle prese con le ambizioni in ambito lavorativo, con la ricerca dell’Amore vero e con le amicizie onnipresenti nella sua vita.

Allegra, la protagonista del libro, tiene una rubrica su “GoWoman!” dal titolo Storie possibili nella quale risponde alle lettrici che le chiedono consigli in fatto di Amore e prospetta tre scenari che possono avverarsi e quindi se sarà «vissero felici e contenti», «mi accontento ma sono felice» o «una tragedia su ogni fronte».

“Allegra – spiega l’autrice – è convinta di sapere tutto sull’amore. Per lei non è un’entità misteriosa capace di far passare notti insonni o giorni interi a guardare il mondo con lenti rosa. Per lei è solo una delle tante cose che possono accadere nella vita. Forse per questo riesce ad avere la giusta lucidità per rispondere alle lettrici che scrivono alla sua rubrica, le Storie possibili e a dar loro il consiglio perfetto”.

Se per lavoro è capace di dare consigli ed istruzioni per una vita sentimentale quantomeno appagante, per la sua vita Allegra non ha altro che disastri sentimentali, incontri occasionali e storie che terminano sempre con “non sei tu sono io”. Insomma, colleziona appuntamenti con casi umani anche per affilare le sue conoscenze in ambito approccio, osserva la vita delle sue amiche con le quali si racconta e studia strategie o chiede consigli e vive di speranze e di pensieri a volte disincantati, a volte divertenti, a volte cinici. L’Amore non è destinato ad Allegra almeno finché non incontra Alex, un uomo che le tiene testa, che la fa ridere, che la sconvolge, la sorprende. Un uomo da poter essere l’Amore, ma qualcosa va storto. Allegra dovrà far i conti con l’unica persona veramente importante nella sua vita: se stessa. Allegra scoprirà che l’Amore verso se stessa è la base per tutto il resto e chissà che da quel momento la vita non le riserverà qualche sorpresa.

Il primo libro di Mary G. Baccaglini è uno spaccato delle relazioni uomo donna contemporanee. È scritto come se la scrittrice abbia vissuto in prima persona quanto racconta e, quindi, abbia piena consapevolezza di come sia facile imbattersi in uomini che non vogliono impegnarsi, imbecilli, poco interessanti o semplicemente stronzi. Bella l’idea di inserire il testo delle lettere inviate dalle lettrici ad Allegra e approvato pure il continuo dialogo che Allegra ha con le amiche (perché in amicizia noi donne ci diciamo tutto e ci pigliamo spesso in giro). Meno coinvolgente il racconto della vita privata dei genitori di Allegra e la descrizione delle amiche della madre. Il libro è molto scorrevole e si presta ad una lettura tutta d’un fiato, però, l’essere molto prolisso spesso non gioca a suo favore.

Perché leggerlo, in definitiva? Se siete a caccia di conforto perché credete che i casi umani li beccate solo e tutti voi, se siete in cerca di risposte alle domande che non vi fanno dormire la notte, se volete verità scomode da leggere nero su bianco, “Mal che vada ci innamoriamo” è il libro che fa per voi.

“Mal che vada ci innamoriamo”, Garzanti, collana Narratori Moderni, 220 pagine, 16,90 euro

Buona lettura!