Mahmood inizia la nuova era con l’emozionante Inuyasha

 Dopo un anno di successi fondamentali per la sua carriera, pubblicati a partire dal periodo pre quarantena (Rapide è stato il primo della lunga lista), Mahmood ha deciso di fare sul serio in questo 2021 e rilasciare il secondo attesissimo album che farà da seguito a Gioventù Bruciata, disco che lo ha presentato al panorama musicale che conta, spinto anche dalla vittoria a Sanremo nel 2019.

Il primo passo di questo nuovo progetto è stato la pubblicazione di Inuyasha, primo singolo ufficiale ispirato ad un personaggio di un manga giapponese, ed il risultato è a dir poco stupefacente. Il singolo ha letteralmente infiniti punti a favore, centrandosi in una serie di caratteristiche cruciali che lo rendono a tutti gli effetti una hit da prima posizione, che riuscirebbe mantenere il successo a lungo termine con molta probabilità.

Benché non ci si trovi di fronte a singoli movimentati come Soldi o Dorado, Mahmood riesce ad arrivare al cuore di tutti grazie al suo testo importante e alla base musicale sperimentale che con molta facilità cattura dal primo istante. Per farsi un’idea, Uramaki è un prototipo di singolo dalle caratteristiche simili: base musicale e testo da 10 e lode.

Il pezzo si ispira al personaggio manga Inuyasha, un mezzodemone che deve sacrificare il suo futuro da demone per non fare del male ai suoi compagni di viaggio, un esempio che calza a pennello per rappresentare la complessità delle relazioni d’amore, quando per tutelare queste ultime è necessario che le due parti sappiano mettere da parte i loro lati peggiori per non farsi del male a vicenda, spinti dal desiderio dell’amore sopra ogni cosa.

Metterò il peggio di me
dentro a una crisalide
per non farti più male
se lo farai anche te

Mahmood d’altronde è sempre stato bravo a esprimere i sentimenti delle relazioni con spiccata facilità, creando giochi di parole e metafore che spiegassero alla perfezione ciò che l’artista aveva voglia di trasmettere e non cadendo mai in cliché o doppi sensi poco azzeccati.

nospoiler.it

In così pochi anni l’artista di Moonlight Popolare è diventato una colonna portante della nuova musica italiana, creando un repertorio che racconta audacemente le relazioni complicate, la voglia d’amare e le difficoltà che ne derivano, oltre che le storie di un background adolescenziale che ha segnato per sempre la sua persona.

Il 2021 sembra promettere molto bene per Mahmood, con un nuovo album in arrivo che, se dovesse seguire la scia di questo primo singolo, avrebbe tutte le carte in regola per diventare il suo album più importante e uno dei migliori rilasciati in questo anno.

Voto: 9+



Marco Russano