Leo Messi e il Pallone d’Oro che ha definitivamente stancato

Partiamo da un dato di fatto. Lionel Messi è chiaramente un extraterrestre ed il trionfo del Pallone d’Oro, se dobbiamo premiare l’essenza del calcio, andrebbe di diritto sempre tra le sue mani (come in parte è).

Il punto però è un altro. L’ambito, sognato e desiderato premio individuale annuale più famoso nel mondo dello sport, andrebbe consegnato al miglior calciatore della stagione appena trascorsa. Ricordiamo tutti il 2010, quando sempre la Pulce argentina vinse il Pallone d’Oro tra polemiche infinite, oltre che corrette.

Negli anni, gente come Buffon, Iniesta, Xavi, Sneijder, Milito, Ribery, sono tutti stati meritevoli di tale premio, a volte anche più dei “soliti” Messi e CR7. Ma non c’è nulla da fare. Qualcuno penserà al titolo vinto da Modric qualche anno fa… probabilmente una concessione per sedare gli animi.

Come può non vincere Lewandowski?

In particolar modo in Germania, sono molteplici gli interventi a tutela del talento (non premiato) di Robert Lewandowski. Palesemente il miglior calciatore al mondo delle ultime due stagioni, lo scorso anno non è un segreto che, l’ambito titolo, sarebbe stato tra le sue mani. In epoca di videocall e riunioni virtuali, perchè annullare la cerimonia del Pallone d’Oro?

Getty

Tutti speravamo in un suo trionfo quest’anno allora, a dire il vero anche molto accreditato in questi mesi. Se non lo vince quest’anno, cosa dovrà fare di più per poterlo ottenere? La domanda di tutti.  Mistero, probabilmente occorre aspettare l’addio al calcio di Leo Messi. Jorginho? Gran terzo posto, di più anche no. Benissimo Gigio Donnarumma da n1 al mondo, super Chiellini e Bonucci, 13° e 14° in graduatoria.

Per il primo posto, nulla da fare. Quest’anno un po’ tutto il mondo ci sperava,  ma nulla. Ancora Messi. Ma certo, ha vinto una Copa America..

 

 



Marco Cavallaro