La moda giapponese di leccare le maniglie

Il Giappone è fonte di ispirazione per molti maniaci, in particolare per quelli che hanno sempre e comunque bisogno di esplorare nuovi tipi di fatish. Ci sono ragazze che amano l’idea di essere avvinghiate da polpi giganti, fantasia erotica peraltro resa arte, ma ci sono soprattutto persone che ultimamente, negli ultimi quattro anni, hanno sperimentato nuove frontiere della perversione.

Si tratta di una moda, molto in voga, tra le giovani ragazze giapponesi, e consiste in un blog di Tumblr in cui sono presenti immagini di ragazze intente a leccare i pomelli di casa.

Ryuko Azume, ideatore del blog, e famoso per i suoi disegni osè e trovate anticonvenzionali, afferma di aver avuto l’idea scrivendo un Tweet da ubriaco, affermando che una galleria fotografica di ragazze che leccano delle maniglie sarebbe stata sicuramente un successone. Il tweet è così sfuggito di mano, facendo sì che fossero diverse a seguire l’appello del giovane Ryuko. La prima a dargli retta è stata Ai Ehara, fotografa di professione che si è prestata al gioco, diventando di fatto la prima modella del progetto. In breve tempo il blog ha spopolato e decine di nuove modelle si sono aggiunte alla galleria.

Anche se normalmente i pomelli e le maniglie non vengono visti come oggetti del desiderio, le immagini di una donna che li lecca sembra aver colto in pieno le fantasie più remote dei Giapponesi.

Il progetto ha avuto talmente tanto successo che i due sono stati anche ospiti di una trasmissione televisiva, dove Ryuko ha tenuto a precisare che le maniglie vengono tutte disinfettate prima di essere leccate, come se questo possa dare un minimo di parvenza di normalità a questo gesto molto strano. Del Giappone ricorderemo sicuramente l’onore dei propri soldati, la bomba atomica, il sushi, le auto… e soprattutto la geniale idea del blogger Ryuko Azume.



Andrea Calabrò