La lettera di una mamma non così pronta per la prova costume

In #Lifestyle by redazioneLeave a Comment

In questi mesi si affronta l’ansia della prova costume, tra diete, thè dietetici, palestra o maschere anticellulite. In pochi hanno la fortuna di accettare il proprio corpo nonostante tutte le imperfezioni: le smagliature, i rotolini o magari quella “pancetta” in più.
La neo mamma Sonia Nicolson ha lanciato un bellissimo messaggio postando una tenerissima foto su instagram.
“Una mamma non-così-pronta-per-il-bikini. Amo questa immagine, amo questa bambina e amo ciò che di cui il mio corpo è capace. Allora perché diamine non essere orgogliosa di pubblicare questa immagine?⠀
Non ho la taglia 0 (non l’ho mai avuta)!
Non mi sono ripresa e sto bene così. Ci vuole tempo e voglio amare me stessa e il mio corpo, e farlo bene.  Ad ogni modo, sto scrivendo questo da un lettino, vicino alla piscina, con indosso un bikini. La mente è uno strumento forte. Ho indossato questo bikini esattamente 2 giorni fa e mi sentivo bene – oggi, non così tanto.  Ero fiduciosa e lo indossavo con sicurezza. Oggi non ho un aspetto diverso, ma mi sto nascondendo dietro il sarong mentre mi siedo e vesto Mia. Sono una mamma ‘normale’. Una mamma molto orgogliosa.
Ho delle smagliature a ‘strisce di tigre’ e le mie tette non sono delle stesse dimensioni dopo aver allattato per più di dieci mesi, diamine faccio parte della banda sbilenca ora! Ma il mio corpo ha creato quella piccola scimmia tra le mie braccia. Il mio corpo l’ha nutrita, la ama e lavorerà per rimettersi in forma correndo dietro di lei. Voglio condurre una vita sana e avere una mentalità sana per me, e Mia. Voglio che non si senta insicura ma forte. È bella, è fantastica, è meravigliosa. Si guarda allo specchio e ama ciò che vede, con le sue risatine e le impronte digitali che restano su tutto il vetro. Penso che tutte dovremmo imparare da questo. Gli ultimi 11 mesi sono stati occupati da privazione del sonno, stress, ansia, dolore, disagio, guarigione e più amore, orgoglio e gioia più di ogni altra parola. Qualunque sia la tua taglia, puoi essere sicura di te quanto vuoi e pensare a Mia che ridacchia guardando il suo riflesso”
Un messaggio davvero da brividi che fa molto riflettere! Soprattutto per tutte quelle donne che dopo la gravidanza non riescono a guardarsi allo specchio per il loro cambiamento fisico. Accettarsi non vuol dire sentirsi per forza le più belle del mondo, ma prendere atto di quello che siamo e che se vogliamo possiamo sempre e comunque migliorarci! Senza vergognarsi di ciò che siamo e capire che non siamo meno belli di nessuno.