La leggenda della casa infinestrabile

In MONDO by redazioneLeave a Comment

Vi parleremo di una casa; una casa incompleta alla quale sembra non sia possibile montare le finestre… da qui il nome, piuttosto inquietante del “l’infinestrabile Ferentino“. La costruzione è molto bella, con un grande giardino intorno, e risalirebbe ai primi anni del secolo scorso. l’infinestrabile ferentino romaSiamo nel Lazio, e più precisamente nei dintorni di Frosinone. L’edificio sorge a Ferentino, lungo la via Casilina al KM 68,700, all’interno di un podere circondato da alberi. All’interno il pavimento è ricoperto da vecchie mattonelle stile anni ’30-’40. Dai muri, sporcati dalle scritte dei soliti vandali, pendono scampoli umidi di tappezzeria. Il palazzo presenta una ristrutturazione parziale, si distingue chiaramente una parte in cemento ancora grezzo che sembrerebbe essere più recente rispetto alla parte bassa, che è tra l’altro pericolante.

In tutta la casa si trovano cumuli di vecchi modelli di finestre tipo “veneziana” rotte e gettate a terra. Sono poche le notizie reperibili tra web e racconti: alcune riguardano il ritrovamento di una ormai famosa coppia, qui appartatasi, ritrovata carbonizzata, altre spiegano che l’edificio era servito ai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale come avamposto e che, tra le sue mura, si siano consumati brutali episodi di violenza. La maggior parte delle voci si riferisce, però, all’impossibilità di applicare gli infissi alle finestre, da qui il nome l‘infinestrabile di Ferentino: ogni volta che venivano prese le misure, queste cambiavano! Tante sono state le ditte che ci hanno provato, ma nessuna è riuscita a porre fine ai lavori. Come se la “casa” non volesse né ospiti né padroni…

A tal proposito, uno dei tanti strani episodi qui verificatisi riguarderebbe un operaio, rimasto ferito da un misterioso mattone scagliato nell’aria da una forza altrettanto misteriosa. Un caso davvero strano visto che dall’angolazione nella quale è avvenuto il lancio del mattone non poteva esserci spazio per la traiettoria di un buontempone. Quindi questo mattone chi lo avrebbe lanciato?? C’è chi sostiene che la casa sarebbe infestata perché una vecchietta ci massacrò alcuni bambini dentro per poi uccidersi a sua volta. Ma in molti non conoscono questo avvenimento.

Sulla casa circolano anche altre voci, come addirittura quella di un prete che, giunto per fare un esorcismo alla casa, si è ritrovato fuori nudo il mattino seguente! Alcuni anni fa un giornale locale, forse un quotidiano chiamato “Ciociaria Oggi”,riportava, a quanto si riferisce, un episodio accaduto a ladri notturni. Due o tre persone della vicina cittadina di Ceccano erano entrati nelle pertinenze della villa per trafugare alcuni scalini antichi, i corrimano vicino al portone, e cose del genere.

Queste opere in pietra si vendono abbastanza bene in zona, presso proprietari di altre ville o case vecchio stile che amano circondarsi di pavimenti e pietrame vario che non sia di foggia moderna. Infatti fu un negoziante di questo tipo di materiale a raccontare quest’episodio, dicendo che era accaduto alcuni giorni prima. Questo negoziante a volte acquistava anche oggetti sottratti a case abbandonate, e li rivendeva a caro prezzo. Conosceva bene i malcapitati in questione, avendo talvolta comprato vecchie cose portategli da loro in negozio (antiche fontane, gradini, cose del genere). Ebbene, i ragazzi entrati per rubare avevano fatto appena in tempo a caricare nel portabagagli qualche pietra, che scapparono di corsa, messi in fuga da un’apparizione nelle sembianze di una ragazza, che pare disse loro qualcosa, intimando di lasciar stare quelle cose. Scappando in tutta fretta, andarono a sbattere proprio lì vicino con l’auto. I carabinieri che intervennero con l’occasione trovarono le cose nel portabagagli, e tutta la storia finì, a quanto pare, sul giornale.

Stranamente, in quella zona dove tutti si conoscono,come succede in tutti i paesini e i borghi, nessuno sa chi è l’intestatario attuale della casa. Infatti su questo ci sono molte versioni, e nessuna è sicura. La più accreditata vuole che il proprietario sia un americano che non riesce più a venderla, e che comunque non se ne interessa molto. Altri dicono che la storia dei fantasmi è una assurdità, e che semplicemente si tratta di un caso di eredità irrisolto: i vari proprietari non riescono a mettersi d’accordo sul da farsi riguardo la casa, se ristrutturarla, utilizzarla, metterla in vendita.

Nessuno comunque sa chi siano questi eventuali proprietari. Riguardo gli strani fatti che avvengono all’interno del l‘infenestrabile Ferentino, un’altra versione (oltre quella sulla presunta presenza di questa ragazza, cui sarebbe capitata una disgrazia sul posto – ma nessuno sa dire chi fosse, e se fosse stata la proprietaria della casa) li spiega dicendo che in un periodo imprecisato, forse nel secondo dopoguerra, alcuni soldati o malviventi ci si riunissero per giocare d’azzardo e praticare la roulette russa, il che avrebbe condotto alla morte molte persone, e forse avrebbe impedito al vincitore delle mortali scommesse di trarre beneficio dal possesso della casa.

In ogni caso un gruppo di ricercatori decise poco tempo fa di andare a fare un sopralluogo in questa abitazione molto bella ma anche un po inquietante al tempo stesso. Presa la strumentazione varia e le misure ad alcune finestre i componenti del gruppo notarono soltanto alcune variazioni elettromagnetiche e un brusco cambiamento di temperatura. Le finestre erano rimaste però immutate. Molto probabilmente è solo una leggenda metropolitana, molto probabilmente è solo un caso di eredità contesa o un caso di eredi che non si mettono d’accordo….oppure un caso di abusivismo, dove appena si iniziano i lavori questi vengono bloccati…io comunque un giro nei dintorni lo farei e forse anche dentro la casa. Se passate da quelle parti e vi piacerebbe abitare in quella zona e avete intenzione di comprare casa beh…provate a sentire cosa si dice in giro e…occhio alle finestre