José Mourinho tra meme e campo: come lo Special One si sta superando

Tra gli allenatori più vincenti del nuovo secolo, Mourinho è da tutti ricordato come lo “Special One”, il modo in cui lui stesso si definì ai tempi della sua prima avventura al Chelsea nel 2004. Tantissimi i trofei vinti, che hanno contribuito a scandire l’immagine di un allenatore inarrivabile, duro ed estremamente protettivo verso il proprio club. Il calcio però cambia, così come ad evolversi è la strategia di comunicazione, da sempre uno dei punti forte dell’allenatore portoghese. Dunque, per un uomo sempre attento a questo aspetto, è stata necessaria una svolta.

L’immagine del “noi contro tutti”, tipica del vecchio José Mourinho, nel calcio è ormai una roba passata, messa ancora in atto solo da pochissimi allenatori in Europa. Uno su tutti Antonio Conte, che da anni ricorda in parte lo schema comunicativo del portoghese ai tempi dell’Inter. Mourinho nel tempo si è invece distaccato sempre più da questa filosofia, sposando quella più moderna dell’autoironia, della semplicità e dei social. Soprattutto i social sono diventati un punto fermo per la sua comunicazione, tramite Instagram in particolare.

Difficilmente nel calcio si riescono a cogliere retroscena o curiosità prima o dopo un match, soprattutto da parte di un allenatore. In sostanza, quello del pallone è un ambiente per pochi. Basta girare due minuti sul profilo Instagram di Mourinho però, per notare come in realtà più che nel profilo social di una leggenda della panchina, sembra essersi imbattuti in un account gestito da un ragazzo qualunque per la semplicità dei suoi post. Poco formali e di grande impatto. Molti di questi poi diventati virali proprio perché hanno come protagonista lo Special One. Sotto tantissime vesti, ma sempre al centro della scena. Addirittura alcuni suoi post sono diventati veri e propri meme che spopolano nel web.

Tutto ricercato e studiato non solo dal portoghese e da chi si occupa della sua immagine, ma anche dal suo Tottenham, altra eccellenza di comunicazione nel mondo del calcio. Proprio tra i contenuti pubblicati dagli Spurs, troviamo addirittura un video tutorial Youtube targato José Mourinho, che insegna come gestire e migliorare il proprio profilo Instagram, in poche e semplici mosse.

Insomma, José Mourinho è ormai un influencer di alto livello, paragonabile a nessuno tra i colleghi della panchina. Tra i suoi post, ne abbiamo scelti alcuni tra i più visualizzati.

Il più apprezzato, oltre che il più virale, è sicuramente quello degli smarphone, dopo un Burnley-Tottenham, vinto dagli Spurs per 1-0.

Come si nota dalla foto, tutti i calciatori del Tottenham sono impegnati con il proprio cellulare, non un modo classico per festeggiare una vittoria. Un momento che Mourinho non può che fare immortalare per i propri fan. Il portoghese, quasi incredulo, indica i suoi calciatori e commenta: “Segno dei tempi, bravi ragazzi”. Questo post, semplice e divertente, ha raggiunto il record di interazioni tra tutti i contenuti pubblicati dall’ex Inter. Questo scatto più di altri, è sicuramente l’emblema dell’utilizzo dei social scelto da Mourinho.

Altri post virali sono quelli che ritraggono lo Special One in viaggio prima o dopo una trasferta. In questo caso, il Tottenham ha deluso il proprio allenatore, che non perde l’occasione di sottolinearlo.

In altri casi, possiamo notare le classiche provocazioni di Mourinho, ad esempio prima di Tottenham- Fulham dello scorso 30 dicembre. La partita è a forte rischio, la squadra rivale ha troppi casi di covid in squadra. Non si hanno notizie, manca sempre meno al fischio di inizio (fissato per le 18),  tutto tace.   Non Mourinho però che, comodo al divano, polemizza: “La migliore lega al mondo e non sappiamo ancora se giocheremo”. Alla fine la partita verrà rinviata.

Infine, chiudiamo questa breve raccolta con un meme ideato direttamente dal profilo del manager portoghese. “Il momento in cui il palo ci ha negato la vittoria che meritavamo”, commenta Mou.  L’espressione dice davvero tutto.

José Mourinho è questo. Una figura mitologica per il mondo del calcio, ma che oggi sembra essere accessibile a tutti grazie ai suoi post, in costante aggiornamento. Instagram è solo l’ultimo mattoncino aggiunto alla già grandissima costruzione del personaggio dello Special One, unico e inimitabile.



Marco Cavallaro